Sfondo burger-menu
31 Dicembre 2021
9:41

I dieci migliori video di Geopop del 2021

Ecco i dieci migliori video di Geopop pubblicati nel 2021!

A cura di Redazione
1.647 condivisioni
I dieci migliori video di Geopop del 2021
Immagine

Nel 2021 abbiamo pubblicato 176 nuovi video. Il lavoro è stato tanto ma ci siamo divertiti parecchio.  In questo articolo abbiamo raggruppato la nostra Top-10 2021, cioè i video a cui noi siamo più affezionati e che il pubblico ha particolarmente apprezzato.

Se ne avete perso qualcuno, vi consiglio di rimediare ora 😉
Andrea Moccia

10. Come funziona il forno a microonde?

In questo video della nostra serie Figo, non lo sapevo! abbiamo comprato un microonde e fatto degli esperimenti un po' pazzerelli. Vi raccontiamo perché i metalli fanno scintille e perché le uova esplodono.

9. Perché l'oro è prezioso?

 

Nella serie “La Casa di Carta”, il piano prevede di rubare 90 tonnellate di oro dalla Banca centrale spagnola a Madrid. Sembrano tante – e in effetti lo sono – ma lo sapevate che l'Italia ha una riserva aurea di 2452 tonnellate d'oro? Siamo il terzo Paese al mondo! In questo video cerchiamo di capire perché l'oro è cosi prezioso, quanto oro è stato estratto e chi ne possiede di più.

8. Come si ricicla il vetro

 

Questo video è uno dei 7 della nostra serie Rifiutile, in cui raccontiamo come avviene il processo di riciclo dei materiali più usati nella nostra società. Il riciclo del vetro è stato uno tra i più apprezzati.

7. Analisi geologica della tragedia del Vajont

 

In occasione del cinquantottesimo anniversario dalla tragedia del Vajont, abbiamo deciso di ripercorrere passo dopo passo la sequenza di eventi che, il 9 ottobre 1963, portò alla frana del monte Toc, causando il disastro che tutti conosciamo.

Pensate che la roccia franò all'interno del bacino idroelettrico artificale del Vajont ad una velocità di 100 km/h, generando un enorme tsunami. L'onda riuscì a scavalcare la diga, inondando la valle e radendo al suolo più di dieci centri abitati in soli 4 minuti.

6. Cavi sottomarini – ecco dove viaggia l'internet

 

Internet, a dispetto di quanto potremmo pensare, funziona principalmente grazie a 1,3 milioni di km di cavi posati sui fondali oceanici. Si tratta di speciali cavi che al loro interno contengono fibre ottiche, permettendo il passaggio di informazioni da una parte all’altra dell’Oceano. Ma come sono fatti questi cavi? E quanti ce ne sono al mondo? Questo è il primo dei tre episodi della nostra serie C@vi Sottomarini.

5. Come sono state costruite le isole artificiali di Dubai?

 

Nel 2001 il  sultano di Dubai Amhed Bin Sulayem decise di creare praticamente dal nulla 56 km di nuova costa, capace di ospitare fino a 120.000 abitanti. Il progetto prevedeva la costruzione di una serie di isole artificali a forma di palma: le famose Palm Islands. Grazie a quest'opera, Dubai è passata dai 4 milioni di visitatori all’anno del 2002, ai circa 15 milioni attuali.

Per la costruzione vennero assunti 12 mila ingegneri da ogni angolo del mondo e si decise di realizzare le isole usando solamente sabbia e pietre, quindi senza cemento o acciaio! Ma quante tonnellate di materiale vennero usate? E come fanno le isole a resistere alle onde del mare? Non vi resta che guardare il video per scoprirlo!

4. Perché negli igloo non fa freddo?

 

Gli igloo. Spesso pensiamo a queste cupole di neve come a delle case, ma ci sbagliamo: si tratta di rifugi di fortuna che gli abitanti dell'area artica usavano come rifugio di fortuna durante i periodi di caccia! Ma come facevano a restare al caldo all'interno di una capanna di ghiaccio?

Il segreto sta nell'aria presente all'interno dei mattoni di neve e in questo video vedremo non solo la fisica che permette agli igloo di restare caldi, ma vi spiegheremo anche come costruirne uno in una situazione di emergenza!

3. Come funziona il Canale di Panama?

 

Il Canale di Panama è senza ombra di dubbio una delle opere di ingegneria idraulica più incredibili della storia. La costruzione, tagliando a metà l'attuale Stato di Panama, permette di collegare l'Oceano Pacifico a quello Atlantico. Per quale motivo è stata costruita un'opera di questo calibro?

In questo video parleremo del Canale di Panama da un punto di vista sia ingegneristico che storico, andando anche a capire per quale motivo la sua costruzione costò la vita a migliaia di persone.

2. Come è stato costruito l'Eurotunnel?

 

Unire Gran Bretagna e Francia tramite un collegamento sotterraneo è un'impresa ingegneristica enorme che, per anni, è rimasta solo un sogno. Questo almeno fino al 1 dicembre 1990, giorno in cui si conclusero ufficialmente i lavori della galleria ferroviaria che oggi conosciamo come Eurotunnel o Canale della Manica.

Pensate che la struttura, lunga più di 50 km, è composta da due gallerie ferroviarie ampie 7,6 metri e da tunnerl di servizio per le emergenze. Oggi un treno impiega mediamente 35 minuti per percorrere la galleria e, anche se a volte non ci si pensa, la realizzazione di quest'opera è stata resa possibile anche grazie alle geoscienze: in questo video spiegheremo non solo come è stato costruito il tunnel, ma anche tutti gli studi effettuati a monte per capire la natura geologica del substrato e del fondale marino.

1. Perché le Torri Gemelle sono crollate?

 

C'è chi ha guardato questo video e chi mente. A parte gli scherzi, su Facebook Italia è stato uno dei video più visti dell'anno, con 16 milioni di visualizzazioni.
Gli attentati dell'11 settembre sono scolpiti indelebilmente nella memoria di molti di noi. Ricostruire cosa accadde esattamente quel giorno è estremamente complesso, perciò abbiamo deciso di raccontarvelo basandoci sui dati del NIST, il National Institute of Standards and Technology. Si tratta di un istituto governativo, che per molti risulterà un elemento per alimentare le proprie tesi complottiste.

Dal punto di vista scientifico, però, la versione del NIST è la più accreditata per provare a rispondere alla domanda del secolo: come sono crollate le Torri Gemelle? In questo video ripercorreremo il tragico evento, guardando simulazioni tridimensionali e cercando di comprendere come si è verificato il crollo da un punto di vista scientifico ed ingegneristico.

Video speciale H2OFF: L'esperimento sociale dell'estate per la sensibilizzazione alla crisi idrica

 

Questa estate siamo andati in un villaggio turistico e abbiamo fatto simulato una crisi idrica. Al check-in abbiamo fatto credere ai villeggianti che non ci fosse acqua e le reazioni sono state esilaranti. Luca Iavarone e Andrea Moccia hanno interpretato i ruoli del direttore del villaggio e dell'esperto idrogeologo, responsabile H2OFF (inviato direttamente dal Ministero). Il video diverte e allo stesso tempo tenta si sensibilizzare la popolazione contro gli sprechi d'acqua.

Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?