peli tenis pallina

Chi ha assistito almeno una volta ad una partita di tennis, avrà notato che le palline vengono cambiate spesso e che i giocatori e le giocatrici spendono tempo nel scegliere quella migliore. Tra le caratteristiche da ricercare c’è quella di un rivestimento peloso intatto: esso infatti ha una grande influenza sulla traiettoria della pallina. Per quale motivo? La peluria non solo permette di rendere molto più controllabili i colpi, ma anche di aumentare la presa della racchetta sulla palla.

La resistenza dell’aria

La pallina da tennis si contraddistingue dalle altre palle da gioco per la peluria che la ricopre, solitamente costituita da un rivestimento in feltro, che ha la funzione di migliorare l’aerodinamica. Ogni volta che un qualsiasi oggetto fende l’aria, che sia una pallina da tennis, un aereo o un’auto, esso risente di una particolare forza aerodinamica, chiamata resistenza. Come suggerisce il nome, la resistenza dell’aria agisce come un freno, ostacolando il movimento del corpo mentre viaggia.
È per questo motivo che, solitamente, in ambito automobilistico si cerca di dare una forma più aerodinamica possibile alle auto: rendendole più affusolate, queste riescono a penetrare l’aria più facilmente, riducendo la resistenza e quindi i consumi di carburante!

peli tennis

L’effetto sul lancio

Nel tennis, migliorare l’aerodinamica significa sfruttare a proprio vantaggio la resistenza, dato che non possiamo agire sulla forma della pallina. La peluria sulla pallina rende la superficie più rugosa e aumenta l’attrito con l’aria: un effetto ricercato, dato che in questo caso porta dei benefici.

Un maggiore attrito innanzitutto rallenta la pallina, garantendo un tempo di reazione consono ai giocatori e alle giocatrici, che nonostante questi accorgimenti devono gestire lanci comunque potentissimi (il servizio di Serena Williams raggiunge una velocità di 170km/h). Il vero vantaggio, comunque, è la riduzione della velocità di rimbalzo della pallina, che altrimenti schizzerebbe via in modo velocissimo e imprevedibile, e chi gioca non potrebbe controllare la traiettoria e decidere di mandarla dove desidera.

Inoltre il feltro che avvolge la pallina favorisce la presa sulle corde della racchetta, rendendo più semplice colpirla ed imprimere lanci ad effetto!

tennista palla

Lanci turbolenti

Creare una superficie non omogenea con il rivestimento in feltro ha anche un altro effetto: quello di disturbare il flusso d’aria che la avvolge. L’aria diventa più disordinata e caotica, o come si dice in aerodinamica, turbolenta.
Il vantaggio della turbolenza è che la resistenza dipende molto meno dalla velocità con cui si lancia la pallina, cosa che succederebbe invece con una pallina perfettamente liscia. In questo modo, se posso contare sempre sullo stesso effetto frenante, riuscirò a prevedere molto meglio il punto dove far arrivare la pallina nel campo avversario!

tennis colpo
Articolo a cura di
Lucia Mascotelli