Sfondo burger-menu
11 Febbraio 2022
16:01

Etna torna a eruttare: nuovo parossismo con tre inattesi flussi piroclastici

Durante la sera del 10 febbraio 2022 l'Etna ha dato vita a un parossismo. Sono stati osservati tre flussi piroclastici e una colonna eruttiva alta più di 8 km.

1.514 condivisioni
Etna torna a eruttare: nuovo parossismo con tre inattesi flussi piroclastici
parossismo-etna
credit: INGV.

Il 10 febbraio 2022 l'Etna ha dato vita ad un nuovo parossismo, cioè un evento eruttivo di intensità superiore alla media. Le eruzioni sono state piuttosto violente e hanno dato vita a una grande fontana di lava, a tre flussi piroclastici e ad una colonna eruttiva alta più di 8 km – come ben visibile dalle immagini catturate dall'Osservatorio Etneo. Ma quali sono esattamente le sue caratteristiche?

Le caratteristiche del parossismo

Il parossismo è stato uno tra i più violenti degli ultimi mesi. Come confermato dall'INGV, le fontane di lava hanno superato i 1000 metri di altezza e la colonna eruttiva si è innalzata nel cielo per almeno 8000 metri! All'interno della nube di ceneri sono stati anche osservati dei fulmini ed è persino crollata una porzione del cono del Cratere di Sud-Est (probabilmente a causa dell'apertura di una fessura nel fianco del vulcano).

I flussi piroclastici

Tra le varie caratteristiche di questo parossismo, però, una tra le più importanti è la formazione di flussi piroclastici. Si tratta di colate di gas incandescente con all'interno frammenti di lava e ceneri che, solitamente, sono tipiche di vulcani dal comportamento molto più esplosivo dell'Etna: le abbiamo viste ad esempio durante le ultime eruzioni del Vesuvio, ma era ormai da decenni che non venivano rilevate in corrispondenza di questo vulcano siciliano.

Come confermato anche dal comunicato dell'Osservatorio Etneo, durante la serata del 10 febbraio 2022 si sono formati tre diversi flussi piroclastici. Il primo (ore 20:40) e il secondo (ore 21:19) hanno percorso alcune centinaia di metri verso la Valle del Bove mentre il terzo (ore 21:26) si è diretto a sud, percorrendo anche in questo caso solo poche centinaia di metri.

Avatar utente
Stefano Gandelli
Redattore
Sono un geologo appassionato di scrittura e, in particolare, mi piace raccontare il funzionamento delle cose e tutte quelle storie assurde (ma vere) che accadono nel mondo ogni giorno. Credo che uno degli elementi chiave per creare un buon contenuto sia mescolare scienza e cultura “pop”: proprio per questo motivo amo guardare film, andare ai concerti e collezionare dischi in vinile.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?