12 Giugno 2022
7:30

Il caso degli insetti zombie, controllati mentalmente da funghi parassiti

Controllare la mente degli insetti per poi ucciderli e riprodursi? È proprio quello che fanno alcuni funghi: trasformano gli insetti in morti viventi.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
4.838 condivisioni
Il caso degli insetti zombie, controllati mentalmente da funghi parassiti
Immagine

Ci hanno sempre detto che gli zombie non esistono. Ed è vero, i morti viventi mangia-cervello che vediamo nei film non sono altro che un'invenzione romanzata di qualcosa che realmente non esiste. Non per questo, però, è vietato usare il termine "zombie" per indicare dei grotteschi fenomeni che avvengono in natura ad opera di alcuni funghi. Tra gli strani casi di parassitismo fungino ce n'è uno particolarmente interessante e macabro, quello degli "insetti zombie" la cui mente viene controllata da un fungo che li infetta… per poi crescere al loro interno uccidendoli lentamente. La storia del genere di miceti Crodyceps – di cui vi parleremo – è talmente accattivante da ispirare il videogioco The Last of Us la cui trama, seppure fantascientifica, prende spunto dalla realtà.

Cosa sono gli insetti zombie

In The Last of Us, gran parte dell'umanità viene spazzata via da un fungo parassita del genere Cordyceps che si stabilisce all'interno dei corpi umani fino a far impazzire le persone. Questa trama – volutamente esagerata – è però parzialmente realistica dato che esiste davvero un genere di funghi con questo nome e che parassita gli organismi viventi facendoli diventare degli "zombie". Niente paura però, i Cordyceps sono funghi che infettano principalmente insetti e altri funghi e che anzi, vengono utilizzati in alcuni casi come ingrediente nella medicina orientale. Ad esempio il fungo Cordyceps sinensis, conosciuto anche come "fungo del bruco", viene ampiamente utilizzato come tonico rinvigorente sebbene i suoi benefici non siano supportati appieno da prove scientifiche. 
Ma approfondiamo meglio il discorso sugli insetti: alcune specie di Cordyceps sono davvero degli "ultracorpi" che creano dei veri e propri zombie.

fungo del bruco
Cordyceps sinensis, il fungo del bruco (caterpillar fungus). Il bruco (in giallo) è parassitato dal fungo (in marrone) che a colpo d’occhio sembra un ramoscello

L'effetto del fungo parassita sulla mente degli insetti

Immaginate di essere nella foresta tropicale e di osservare una normalissima colonia di formiche (nella fattispecie Camponotus leonardi). Tutto si svolge come di consueto, con un gran andirivieni di individui che si muovono su e giù in maniera ordinata e diligente. Ad un certo punto però notate qualcosa di strano: una singola formica si allontana dal gruppo. Guardandola attentamente possiamo intuire che c'è qualcosa che non va in lei: si muove in modo anomalo quasi fosse ubriaca, cade dalle superfici e viene scossa da forti convulsioni tanto da sembrare posseduta da un'entità che non le appartiene.
No, non è suggestione, quella sventurata formica è veramente posseduta o meglio, è parassitata da un organismo: il fungo Ophiocordyceps unilateralis.

Questo fungo parassita si infiltra nel corpo delle formiche, trova le condizioni ideali per proliferare e lacera dall'interno gli organi e i tessuti della vittima. Ma non la mangia solamente dall'interno, ne anche controlla la mente per farle fare quello che vuole.
Il malcapitato insetto una volta infettato non ha più scampo ed è costretto ad attendere la morte. Prima di soccombere però trova il punto giusto dove fermarsi per permettere al fungo di liberare altre spore killer. Con un ultimo e potente morso si aggrappa alla superficie su cui giace in modo permanente, aspettando che arrivi la sua triste ora.

Ed ecco che, come in un film horror, il corpo fruttifero del fungo esplode dal corpo della formica, crescendo e allungandosi come un tentacolo a partire dalla testa dell'animale. Ci vorranno alcune settimane ma alla fine il fungo crescerà per bene e svilupperà le spore che verranno liberate nell'aria, andando ad infettare altri insetti. E così il ciclo continuerà, alimentandosi ancora e ancora: altre infezioni, altri zombie, altre spore e via dicendo.
Ciò che resta dell'insetto è solamente il suo esoscheletro rigido e mummificato, ormai adornato da suggestive ma inquietanti architetture fungine. In alcuni luoghi infestati dal fungo non è strano trovare dei veri e propri cimiteri di insetti!
Vi abbiamo citato il caso specifico della formica ma in realtà esistono centinaia e centinaia di specie di funghi in grado di infettare ospiti diversi (formiche, grilli, bruchi, farfalle) e in modo così virulento da spazzarne via intere colonie.

cavalletta fungo cordyceps
Cavalletta parassitata da un fungo appartenente al genere Cordyceps

Cosa avviene a livello neurologico?

Cordyceps infetta le vittime tramite le spore che penetrano nei tessuti dell'ospite, raggiungono il suo cervello e lo controllano a proprio favore.
I meccanismi molecolari alla base di questa modifica comportamentale sono ancora in gran parte sconosciuti ma un team di ricercatori potrebbe aver trovato una risposta. Ricreando la situazione in laboratorio e poi sequenziando il genoma del fungo O. unilateralis, il team sembra aver scoperto che il parassita produce alcune sostanze psicotrope – come enterotossine, aflatrem ecc. – atte a colpire in modo specifico la neurobiologia, la percezione degli odori e l'orologio biologico delle formiche, assoggettandole.
Il ricercatore Robin Ohm dell'Università di Utrecht nonché coautore dello studio afferma che:

Questi geni possono spiegare in larga misura come il fungo regola il comportamento della formica. Quindi ora abbiamo un quadro migliore dei meccanismi alla base delle modifiche comportamentali nelle formiche da parte dei funghi.

Ad ogni modo dovremo attendere nuovi studi per saperne di più.

Avatar utente
Nicole Pillepich
Redattrice
Credo non esista una parola giusta per definirmi: sono naturalista, ecologa, sognatrice e un po’ artista. Disegno da quando ho memoria e ammiro il mondo con occhio scientifico e una punta di meraviglia. Mi emoziono nel capire come funziona ciò che mi circonda e faccio di tutto per continuare a imparare. Disegno, scrivo e parlo di ciò che amo: natura, animali, botanica e curiosità.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views