lava-magma

Spesso, quando si parla di eruzioni vulcaniche, viene fatta confusione tra i termini "lava" e "magma", ma in realtà si riferiscono a due cose ben diverse! In generale possiamo dire che in entrambi i casi si tratta di roccia fusa o semi-fusa al cui interno può essere presente gas (in questo caso si parla di magma) oppure non esserci (in questo caso si parla di lava). Ma vediamo quali sono le differenze più nel dettaglio.

Cos'è il magma?

Il magma è roccia fusa o semi-fusa che, comunemente, si trova all'interno degli edifici vulcanici. All'interno del magma solitamente sono disciolti dei gas: principalmente vapore acqueo e anidride carbonica, con percentuali variabili di gas a base di zolfo, cloro e fosforo.
Uno degli aspetti più importanti di un magma è la quantità di silice (SiO2) al suo interno: quanto più questo valore sarà alto, tanto più il magma sarà viscoso – cioè farà "fatica" a scorrere. Per questo motivo i magmi viscosi (detti sialici) tendono a formare dei "tappi" all'interno degli edifici vulcanici, mentre quelli meno viscosi (detti mafici) tendono a fluire in modo "tranquillo" dal cratere. Il problema è che quando si forma il tappo i gas contenuti all'interno dell'edificio vulcanico iniziano ad aumentare di pressione, fino a quando il tappo "salta", come quello dello spumante a capodanno. Quando ciò accade si verifica un'eruzione esplosiva: quanto più alta sarà la pressione accumulata, tanto più esplosiva sarà l'eruzione.

Un'altra importante differenza tra le due tipologie di magma è la temperatura: solitamente i magmi poveri in silice possono raggiungere temperature più alte e comprese tra i 1000 e i 1200°C; i magmi ricchi in silice raggiungono invece temperature inferiori, solitamente comprese tra i 650 e gli 800°C.

Cos'è la lava?

Una volta che il magma raggiunge l'esterno del vulcano perde il proprio contenuto di gas e, a questo punto, si inizia a parlare di lava. La lava quindi è quella che vediamo quando ammiriamo il video di un'eruzione vulcanica e, così come il magma, la sua viscosità è strettamente legata alla quantità di silice presente. Se la lava è molto viscosa allora scorrerà lentamente, mentre se è poco viscosa (come quella islandese o delle Hawaii) percorrerà lunghe distanze in un tempo relativamente breve.
Una volta fuoriuscita dall'edificio vulcanico, la lava (specialmente quella povera in silice) può assumere delle forme particolari, come ad esempio "la lava a corda", tipica delle Hawaii, o la lava a cuscino, che si genera solo sui fondali marini in seguito al rapido raffreddamento della lava a contatto con l'acqua.

lava cuscino
in foto: Lava a cuscino sul fondale oceanico.

La differenza tra magma e lava

Ricapitolando, possiamo dire che il magma è roccia fusa o semi-fusa che si trova ancora all'interno della crosta terrestre e al cui interno sono presenti quantità variabili di gas; una volta eruttato, il magma perde i gas presenti al suo interno e prende il nome di lava.

Articolo a cura di
Stefano Gandelli