Credits: Paolo Attivissimo from Barbengo, Switzerland, CC BY 2.0
in foto: Credits: Paolo Attivissimo from Barbengo, Switzerland, CC BY 2.0

Oggi, 13 agosto 2022, il grandissimo divulgatore scientifico Piero Angela ci ha lasciati, aveva 93 anni. La comunicazione arriva dai profili di Alberto Angela, suo figlio, col quale da anni condivideva la passione e l'impegno per la divulgazione con progetti sulle più note emittenti televisive del nostro Paese.
Tra questi il famosissimo Super Quark, programma televisivo ideato proprio da Piero Angela e in produzione dal 1995, che ha certamente contribuito alla formazione di un'intera generazione, ricordando a tutti l'importanza della missione della divulgazione culturale.

Una vita dedicata a raccontare la Scienza

Piero Angela, nato a Torino del 1928, è stato il più grande giornalista e conunicatore scientifico italiano. La sua carriera inizia dalla radio, dopodiché diventa inviato Rai e successivamente conduttore del telegiornale. Il suo lavoro e la sua conoscenza arrivano al largo pubblico con l'ideazione di programmi di divulgazione scientifica come Quark, nato nel 1981, e il successivo Super Quark, nel 1995.
Con la sua straordinaria capacità comunicativa, la chiarezza espositiva e la scelta di unire interviste, documentari e spiegazioni, riesce a dare vita a un vero e proprio modello di divulgazione che arricchisce la televisione italiana e tutta la popolazione che lo ascolta.
Allo stesso tempo sono numerosissime le sue pubblicazioni, sempre a carattere scientifico, con cui lascia il segno: da L'uomo e la marionetta. Il comportamento quotidiano visto attraverso i condizionamenti biologici nel 1972, Nel cosmo alla ricerca della vita nel 1980, Oceani nel 1991, fino a La sfida del secolo nel 2006, Tredici miliardi di anni. Il romanzo dell'universo nel 2015 e molti altri libri.

Una lunga serie di riconoscimenti

Piero Angela ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo operato come giornalista e divulgatore scientifico:
– nel 2001 è diventato Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica italiana;
– nel 2002 ha ricevuto la Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte;
– nel 2004 è stato insignito del titolo di Grande Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana;
– nel 2021 del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

A questi si sommano le 10 lauree honoris causa in: Scienze Naturali (Camerino 1988) , Biologia (Ferrara 1994), Scienze Biologiche (Palermo 2001), Fisica (Torino 2003), Medicina Veterinaria (Bari 2004), Scienza e tecnologia dei materiali (Roma 2016), Biologia Applicata e Medicina Sperimentale (Messina 2017), Scienza e tecnica della Comunicazione (Siena 2019), alla The American University of Rome e in Pianoforte presso l'Accademia Pianistica Internazionale di Imola.
A tutto ciò si somma anche la Medaglia d'oro dell'Ordine della Minerva (Chieti 1998).

Un saluto al Maestro Piero Angela

Ciao Piero,
sei stato il primo a far appassionare milioni di persone alle Scienze e alla conoscenza, a raccontare storie meravigliose e farci viaggiare, sulla Terra e nello Spazio.
Ricordo ancora le puntate sul divano di casa con mio padre: ero poco più di un metro di altezza e quando c'era Superquark non esisteva nient'altro in TV.
La tua creatività, passione, dedizione, la tua professionalità, e la tua consistenza rimarranno un modello per tutti i comunicatori.
Tu sei e sarai il numero uno. Insostituibile.
Per me sei e rimarrai uno dei più grandi artisti della nostra epoca.
Grazie per tutto quello che hai fatto e grazie per i semi che hai piantato negli anni.
Grazie a nome di tutta la community Geopop.

Buon viaggio maestro.

Andrea

Articolo a cura di
Camilla Ferrario