Ambra Grigia

L'ambra grigia (o "ambergris") è senza dubbio uno dei materiali più strani (e costosi) che esistano! Generalmente viene anche chiamata "vomito di balena", anche se come vedremo non è vomito e, soprattutto, non viene dalle balene ma dai capodogli. Ma per quale motivo questa massa grigiastra viene venduta a milioni di dollari?? E a cosa serve?

Ambergris
in foto: Campione di ambra grigia (credit: wmpearl).

Cos'è l'ambra grigia?

Iniziamo col dire che l'ambra grigia non ha assolutamente nulla a che vedere con la classica ambra fossile, si tratta solo di una nomenclatura ambigua che si mantiene ormai da secoli. Ma come si è formata l'ambergris?

Molto probabilmente si tratta di una sostanza creata dai capodogli (Physeter macrocephalus). Per chi non avesse idea di come siano fatti, sono animali vagamente simili alle balene ma che, da un punto di vista biologico, sono parenti più prossimi di delfini e orche. Ad ogni modo, questo grande cetaceo mangia grandi quantità di calamari, il cui duro becco è molto difficile da digerire. Solitamente queste parti vengono vomitate dall'animale ma, in rari casi, possono raggiungere l'intestino.

Capodoglio in mare

Nonostante esistano diverse teorie in merito al meccanismo di formazione dell'ambra grigia, al momento quella più accreditata è quella del biologo Robert Clarke, che ha studiato questo materiale per circa 50 anni. Secondo le sue ipotesi, i becchi non digeriti una volta raggiunto il tratto intestinale dell'animale creano un "tappo". Qui la materia fecale si accumula attorno a questo blocco e lo fa crescere di dimensione, fino a raggiungere addirittura la lacerazione dell'intestino e la morte del capodoglio. In questo caso l'ambra grigia viene quindi rilasciata in mare. Qui inizierà galleggiare e, alla fine, arriverà sulle coste, dove potrà essere raccolta da qualche futuro milionario. Si tratta di un materiale raro che, a seconda delle stime, viene prodotto dall'1% circa di tutti i capodogli.

Perché viene usata nei profumi?

Perché mai qualcuno vorrebbe usare della "cacca di capodoglio" per fare dei profumi? L'ambra grigia contiene un particolare alcol chiamato ambreina che funziona come fissativo, cioè permette al profumo di odorare più a lungo.

Profumo

Per secoli questo materiale è stato classificato in base al suo colore: le qualità nere, quelle più fresche, hanno un odore più pungente e contengono meno ambreina, quindi hanno un basso valore. Al contrario, le varietà bianche sono molto più dure e con un contenuto di ambreina decisamente superiore.

La cosa interessante è che oggi, per produrre profumi, l'ambergris è stato in larga parte sostituito da una sua controparte sintetica, prodotta a partire dalla metà del Novecento. Ciononostante, il valore dell'ambra grigia resta ancora estremamente alto perché – secondo gli esperti – il profumo "naturale" non può essere in alcun modo paragonato a quello "sintetico".

ambra grigia campioni
in foto: Campioni di ambra grigia.

Il mercato dell'ambra grigia

Possiamo dire che i capodogli si trovano un po' ovunque nel mondo quindi potenzialmente quasi ogni costa potrebbe accoglierne un pezzo. Diciamo che tra i Paesi che ne esportano di più troviamo Sri Lanka, Mozambico, Sud Africa, Somalia, Yemen, Bahamas e Nuova Zelanda. Spesso e volentieri i fortunati trovatori sono pescatori che la raccolgono assieme al pescato del giorno. Una buona fetta di acquirenti si trova in Francia, vista la popolarità di questo materiale nell'industria dei profumi. Altri importanti importatori sono l'India, che la utilizza per la medicina Ayurvedica, e il Medio Oriente, dove si ritiene che sia un materiale dai poteri afrodisiaci.

I prezzi dell'ambra grigia sono estremamente variabili, non solo in funzione della dimensione e della qualità del materiale, ma anche in base alla sua disponibilità. Essendo infatti un materiale che "viene trovato" e non può essere coltivato, la sua offerta nel mercato può oscillare enormemente, e di conseguenza anche il suo prezzo.

ambergris
in foto: Campioni di ambra grigia di grandi dimensioni (credit: Ecomare).

Il mercato nero

Il mercato dell'ambra grigia è molto più complesso di quanto vi abbiamo raccontato finora. Partiamo col dire che alcuni commercianti di questo materiale mantengono un'alta segretezza non solo per proteggere i loro interessi, ma anche perché in alcuni Paesi del mondo questo business è illegale. Negli USA, ad esempio, i capodogli sono considerati una specie a rischio e quindi la tratta di ambergris è vietata, dal momento che sono stati riportati casi di animali appositamente uccisi per cercare l'ambra grigia.

Anche l'Australia ne vieta la vendita mentre in India questa sostanza viene considerata proprietà del Governo e, quindi, la sua vendita non autorizzata è illegale. Per quanto riguarda invece Paesi come Canada, UK o l'Unione Europea, la sua compravendita è permessa perché (da un punto di vista legale) è considerato come un materiale "secreto naturalmente" dai capodogli, dunque non proibito.

Articolo a cura di
Stefano Gandelli