0 risultati
video suggerito
video suggerito
18 Maggio 2022
7:30

Hedy Lamarr, la diva di Hollywood che inventò la tecnologia wireless

Hedy Lamarr, diva cinematografica, si distinse per la sua preziosa eredità scientifica, inventando la tecnologia a base del wireless.

1.866 condivisioni
Hedy Lamarr, la diva di Hollywood che inventò la tecnologia wireless
Hedi Lamarr

Se potete leggere questo articolo comodamente dal vostro cellulare dovete ringraziare una delle attrici più famose di Hollywood degli anni ‘40. Nascosta alle telecamere, Hedy Lamarr interpretò un ruolo chiave nella storia dell’innovazione scientifica. Oltre all’eredità dei suoi film, è la sua mente brillante che ci dona il lascito più prezioso: Lamarr inventò la tecnologia alla base del wireless, il moderno metodo di comunicazione senza fili impiegato nelle reti wi-fi, nel bluetooth e nel GPS.

Chi era Hedy Lamarr

Nata Hedwig Eva Maria Kiesler nel 1914 a Vienna da famiglia ebraica, lascia l’Austria giovanissima per sfuggire alle persecuzioni del regime nazista. In questa fuga non lascia solamente la patria e la famiglia, ma anche gli studi di ingegneria: un campo a cui si dice si sia avvicinata grazie alle lunghe passeggiate con il padre, durante le quali spiegava alla figlia dodicenne il principio di funzionamento delle diverse tecnologie alla base della loro quotidianità.
Dopo le prime apparizioni in film austriaci, dove fece scalpore con Estasi, un film del 1933 in cui fu la prima attrice protagonista della storia del cinema a recitare una scena di nudo completo, nel 1937 approda ad Hollywood. Fu proprio il produttore Louis B. Mayer a farle cambiare il nome in uno che fosse, secondo lui, più adatto ad una star del cinema.
Così da Eva Kiesler, nacque ufficialmente Hedy Lamarr, dal nome dell'attrice preferita della moglie di Mayer, Barbara La Marr.

Tra cinema e scienza

Nonostante la carriera da star del cinema più famosa di sempre, Lamarr continuò a coltivare la sua passione per la scienza e le tecnologie.Si dice infatti che nel suo camerino avesse tutto l’occorrente per sperimentare le sue invenzioni, con un equipaggiamento datole da Howard Hughes, il magnate americano che Lamarr aveva aiutato nel modificare la forma dell’ala del suo aereo per renderlo più aerodinamico.

hedy lamarr foto

Con lo scoppio della seconda guerra mondiale, Lamarr divenne desiderosa di offrire il suo contributo alla lotta contro il nazismo. Mise a punto un sistema per evitare che i siluri delle forze alleate venissero intercettati dai nemici, facendo in modo che il segnale che li guidava a distanza non venisse disturbato o letto: un sistema di comunicazione segreto.

Il sistema di comunicazione segreto

Al progetto collaborò anche George Antheil, l’amico compositore. Una personalità molto simile a quella di Lamarr, dato che anche Antheil combinava la professione artistica con la passione scientifica: da tempo, infatti, si dedicava al controllo automatico delle pianole. Il 10 giugno 1941 Hedy Lamarr e George Antheil presentarono all’ufficio brevetti il Secret Communication System, un sistema basato su 88 frequenze, lo stesso numero dei tasti del pianoforte. Il sistema era basato su rulli di carta perforati: ruotando in sincronia, i rulli trasmettevano a frequenze sempre diverse, evitando così ogni tipo di intercettazione. Il segnale, saltando da una frequenza all’altra sarebbe stato impossibile da intercettare.

Il salto delle frequenze

I segnali guida dei siluri viaggiavano su onde radio a determinate frequenze. Proprio come quando dobbiamo scegliere che programma radio ascoltare, cambiando stazione stiamo cambiando frequenza: sintonizzandosi su quella giusta riusciamo a sentire bene la voce dei DJ!
Solitamente un segnale viene trasmesso al ricevente su una data frequenza nota ad entrambi. Grazie a questa informazione è possibile captare e decodificare il messaggio inviato. Lamarr inventò il passo successivo, che proteggeva da interferenze non volute: il segnale viene fatto saltare tra frequenze diverse, in una sequenza apparentemente randomica. Chi riceve il segnale deve per forza conoscere la sequenza se vuole decifrare il messaggio: deve sapere a che frequenze sto trasmettendo e per quanto a lungo. Infatti, se invece mi sintonizzassi su una frequenza sola, riceverei solo parti incomprensibili e impossibili da ricostruire. Era nato il frequency hopping.

frequency-hopping
Credit: Liu et al., 2019.

Questa tecnologia è stata a lungo alla base dei sistemi di trasmissione wireless, come ad esempio il wi-fi, dato che la caratteristica chiave di una buona connessione wi-fi è proprio quella di saper evitare le interferenze! Inoltre, occupando le frequenze per pochissimo tempo, è possibile collegare più dispositivi contemporaneamente.

Riconoscimenti

Hedy Lamarr ha ricevuto troppo tardi il riconoscimento per la sua preziosa eredità, dato che all’epoca i militari non sfruttano appieno questa invenzione: solo nel 1997 Lamarr e Antheil ricevettero l'Electronic Frontier Foundation Pioneer Award e nel 2014 sono stati inseriti nella National Inventors Hall of Fame degli Stati Uniti.

Hall of fame hedy lamarr
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views