5 Gennaio 2023
10:23

I 10 traguardi scientifici più importanti raggiunti nel 2022

Esperimenti sulla fusione nucleare, mappatura del genoma umano e nuove immagini del telescopio James Webb. Vediamo alcuni tra i traguardi scientifici più interessanti del 2022.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
A cura di Elena Buratin
307 condivisioni
I 10 traguardi scientifici più importanti raggiunti nel 2022
traguardi 2022

Il 2022 è stato un anno estremamente ricco di scoperte e traguardi scientifici: dalle impronte umane dell'era glaciale alle splendide immagini del telescopio James Webb, passando dagli esperimenti sulla fusione nucleare e dalla mappatura completa del genoma umano. Nonostante l'elenco sia molto lungo, abbiamo deciso di raccontarvi 10 tra le più interessanti e importanti tappe scientifiche che hanno segnato il 2022.

1. Il telescopio James Webb e le sue incredibili immagini

La rivista Popular Science ha nominato il telescopio spaziale James Webb della NASA l'innovazione dell'anno nella tecnologia aerospaziale. A differenza del telescopio Hubble, che ha scansionato i cieli dall'orbita terrestre bassa, il telescopio Webb è accampato centinaia di migliaia di chilometri più lontano. “Può vedere in profondità nei campi di stelle in formazione […]. Può insegnarci come quelle stelle e galassie si sono formate dalla materia primordiale, qualcosa che Hubble poteva solo intravedere".

2. Nuovi traguardi nella Fusione nucleare

A dicembre, gli scienziati del Lawrence Livermore National Laboratory in California hanno annunciato di aver prodotto la prima reazione di fusione nucleare che ha creato più energia di quella utilizzata per avviarla. Tale risultato ha segnato un importante passo avanti nello sfruttamento del processo che alimenta le stelle e il sole.

3. Il genoma umano è stato completamente decodificato

A marzo, gli scienziati hanno finalmente pubblicato la prima sequenza completa e senza interruzioni del genoma umano. Nel 2003, quasi vent'anni fa, si conosceva "solo" il 92% del genoma. L'ultimo 8% decodificato quest'anno include numerosi geni e DNA ripetitivo ed è di dimensioni paragonabili a un intero cromosoma.

4. Scoperte impronte dell'era glaciale negli Stati Uniti

Alcuni scienziati hanno trovato 88 impronte fossilizzate appartenenti ad adulti e bambini, probabilmente risalenti a 12.000 anni fa, nel letto di fiumi dello Utah. È la seconda traccia umana dell'era glaciale ad essere identificata negli Stati Uniti. Queste tracce suggeriscono che gli umani abitassero l'area 7.500 anni prima di quanto si pensasse in precedenza, e questo potrebbe scuotere la nostra attuale comprensione di come si sono evoluti gli umani.

5. La missione DART per deviare la traiettoria di un asteroide

A Settembre la NASA ha fatto schiantare un veicolo spaziale, chiamato DART, contro l'asteroide Dimorphos, che procedeva a oltre 22 mila chilometri all'ora, cambiandone la traiettoria e distruggendolo. Ma perché? Per testare la possibilità di proteggere la Terra da un asteroide, in caso di necessità.

6. Piccolo mammut di 30 mila anni scoperto nel ghiaccio del Canada

Alcuni minatori hanno ritrovato un piccolo mammut femmina, di circa 30.000 anni, con unghie, pelle e ciocche di pelo perfettamente conservati nel permafrost. I ricercatori dell'Università di Calgary, in Canada, ne sono rimasti affascinati. Il dottor Dan Shugar, professore di scienze, l'ha definita come "la cosa scientifica più eccitante di cui abbia mai fatto parte".

7. Prime piante cresciute su suolo lunare

A maggio gli scienziati dell'Università della Florida hanno coltivato con successo piante nel suolo della Luna, per la prima volta nella storia umana. I 12 grammi di terra in prestito dalla NASA sono stati raccolti durante le missioni lunari Apollo 11, 12 e 17. Dopo aver riempito ogni "vaso" con circa un grammo di terreno lunare, gli scienziati hanno inumidito il terreno con vari nutrienti e hanno aggiunto alcuni semi di Arabidopsis. Le piantine coltivate in suolo lunare erano più piccole rispetto alle sorelle gemelle coltivate in suolo terrestre, a causa della diversa composizione chimica e strutturale del suolo.

8. Cellule umane nel cervello dei topi per studiare i disturbi psichiatrici

Alcuni scienziati della Stanford University hanno iniettato con successo cellule nervose umane nel cervello di ratti da laboratorio, appena nati. Hanno scoperto che formavano connessioni con le cellule cerebrali degli animali stessi, guidando il loro comportamento. Ciò potrebbe aiutare a comprendere meglio la schizofrenia, il disturbo dello spettro autistico, il disturbo bipolare e altri disturbi neuropsichiatrici.

9. Creare la vita con cellule staminali senza sperma o uova

Alcuni ricercatori del Weizmann Institute of Science in Israele hanno creato embrioni di topo all'interno di un bioreattore, a partire da cellule staminali coltivate in una capsula di Petri: senza uova né sperma. Gli embrioni si sono sviluppati normalmente, iniziando ad allungarsi il terzo giorno e sviluppando un cuore pulsante all'ottavo giorno. È stata la prima volta che gli scienziati sono riusciti a far crescere embrioni di topo completamente sintetici al di fuori dell'utero.

10. Gli uomini invecchiano più velocemente delle donne

Un gruppo di scienziati finlandesi affermano che gli uomini invecchiano più velocemente delle donne. I ricercatori hanno esaminato 2.240 gemelli e hanno confrontato l'età cronologica di ogni persona con l'età l'orologio epigenetico e biologico. Si afferma che confrontando coppie di gemelli maschio-femmina, il maschio ha biologicamente circa un anno in più della sorella di 20 anni e quattro anni allo scoccare dei 50 anni. La discrepanza potrebbe essere dovuta a differenze nei fattori genetici e agli effetti benefici degli ormoni femminili – gli estrogeni – sulla salute.

Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?