Sfondo burger-menu
27 Dicembre 2022
12:24

Perché si dice che il vulcano Stromboli sta “ringiovanendo”? Lo spiega un nuovo studio dell’INGV

Un nuovo studio internazionale firmato anche da INGV spiega in che modo il sistema magmatico dello Stromboli stia "ringiovanendo", con particolare riferimento ai parossismi del 2019.

1.707 condivisioni
Perché si dice che il vulcano Stromboli sta “ringiovanendo”? Lo spiega un nuovo studio dell’INGV
ringiovanimento stromboli 2022

Il 13 dicembre 2022 è stato pubblicato su Nature Communications un nuovo studio in merito al "ringiovanimento" del sistema magmatico dello Stromboli, uno dei vulcani delle isole Eolie, in Sicilia. Il lavoro è il frutto di una collaborazione internazionale tra enti italiani (INGV, UniPi e UniFe), svizzeri (ETH – CH), statunitensi (UI-USA) e inglesi (NHM – UK). Ma cosa si intende esattamente per "ringiovanimento"? In questo articolo vedremo i principali risultati di questo studio e le sue implicazioni.

Cosa dice il nuovo studio sullo Stromboli

L'obiettivo dello studio, come confermato anche dal vulcanologo Piergiorgio Scarlato, è quello di approfondire le dinamiche magmatiche dello Stromboli. Per farlo sono stati analizzati i cambiamenti avvenuti nelle eruzioni degli ultimi vent'anni, concentrandosi in particolar modo sui due parossismi dell'estate del 2019: questi hanno testimoniato l'ingresso di nuovo magma caldo e ricco di gas nel sistema di alimentazione profondo del vulcano.

Questa deduzione è stata possibile grazie all'analisi geochimiche dei cristalli di clinopirosseno. E cosa sono? Si tratta di particolari minerali tipici delle rocce magmatiche stromboliane. La loro analisi ha permesso di evidenziare come il 70% circa degli eventi di "ricarica" del sistema vulcanico sono iniziati prima del parossismo del 3 luglio 2019. Quindi, in altre parole, l'arrivo di nuovo magma è coinciso con l'aumento dell'attività eruttiva osservata.

Il ringiovanimento del vulcano

I ricercatori hanno quindi osservato un "ringiovanimento" del sistema magmatico del vulcano: per capire di cosa si tratta, prendiamo come riferimento l'immagine sottostante.

differenza eruzione stromboli nel tempo
Credit: Petrone et al. 2022.

Nell'illustrazione di sinistra c'è lo Stromboli tra il 2003 e il 2017. In corrispondenza della camera magmatica buona parte dello spazio è occupato da una massa di colore grigio che prende il nome di "mush", cioè un corpo con un alto tasso di cristallizzazione. Con il passare del tempo, però, è stata osservata una progressiva erosione delle pareti della camera magmatica e una dissoluzione dei cristalli del mush, fino ad arrivare alla situazione dell'immagine di destra (che si riferisce ai parossismi del 2019). Come possiamo vedere è presente molto più magma di prima nel sistema, portando a dire che il sistema sia "ringiovanito". A conferma di ciò, i ricercatori hanno notato una percentuale sempre minore di mush all'interno delle eruzioni stromboliane, fino ad una sua quasi totale assenza in quelle dell'estate 2019.

Ma non è finita qui. Queste le parole di Elisabetta Del bello, vulcanologia dell'INGV:

Un ulteriore importante risultato di questo lavoro è la "corrispondenza" riscontrata tra le modificazioni cristallochimiche del clinopirosseno e i dati registrati dalle telecamere di sorveglianza, dalle stazioni geochimiche sul vulcano e dalle reti per il monitoraggio del tremore sismico e della deformazione del suolo. Questa coerenza tra i parametri ha confermato come le variazioni chimico-fisiche del sistema magmatico profondo siano in grado di produrre degli effetti osservabili con largo anticipo, in particolar modo rispetto agli eventi parossistici.

Come specificato dalla stessa INGV, però, questo studio al momento ha una valenza unicamente scientifica e non applicabile direttamente dalla Protezione Civile.
Per approfondire, ecco un video che abbiamo realizzato sulla storia vulcanica dello Stromboli:

Avatar utente
Stefano Gandelli
Redattore
Sono un geologo appassionato di scrittura e, in particolare, mi piace raccontare il funzionamento delle cose e tutte quelle storie assurde (ma vere) che accadono nel mondo ogni giorno. Credo che uno degli elementi chiave per creare un buon contenuto sia mescolare scienza e cultura “pop”: proprio per questo motivo amo guardare film, andare ai concerti e collezionare dischi in vinile.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?