soldi falsi

In Italia si utilizza ormai da oltre vent'anni la moneta unica europea, l'Euro, e in particolare le sue banconote, che sono disponibili in diversi tagli che vanno dai 5 ai 500 euro. Si tratta di speciali "fogli di carta" stampati dalla Banca Centrale Europea o, per meglio dire, da una serie di banche nazionali in contatto con la BCE, che indica ad ognuna la quantità da produrre annualmente.
Ma esattamente, quali passaggi sono necessari per produrre una banconota? E come facciamo capire se una banconota è vera o falsa?
In questo video esploreremo il mondo delle banconote, guardando come vengono prodotte, come si fa capire se sono false e se è vero che i soldi sono così sporchi come si dice!

banconote varie

La produzione delle banconote

Per produrre le banconote vengono eseguiti principalmente tre passaggi: produzione della carta, stampa e taglio.

Produzione della carta

Per produrre le banconote il primo passaggio è la creazione della carta che, in realtà, si ottiene a partire dal cotone. Una volta ottenute delle bobine, queste vengono srotolate e su di esse vengono applicate la filigrana, un filo metallico e una striscia olografica – come vedremo, sono tre delle caratteristiche che permettono di distinguere una banconota vera da una falsa.

sicurezza filigrana

Stampa delle banconote

La carta viene tagliata in grandi fogli e avviata verso le macchine per la stampa. La stampa, riassumendo, viene eseguita in quattro passaggi:

  • Stampa offset: due rulli applicano lo sfondo multicolore sui fogli;
  • Stampa serigrafica: viene applicato un numero color smeraldo con il valore della banconota;
  • Stampa a intaglio: alcuni elementi della banconota vengono stampati in rilievo grazie all'utilizzo di pressione;
  • Stampa tipografica: viene impresso un codice seriale su ogni banconota.
stampa offset banconote

Taglio delle banconote

L'ultima fase è quella del taglio. Appositi macchinari dividono i fogli con le banconote prima in strisce e poi in singoli mazzetti. Queste vengono poi controllate e contate più volte, per assicurarsi la massima qualità da ognuna di loro. Vengono poi imbustate, messe all'interno di scatole e custodite in caveau di massima sicurezza, in attesa di essere spedite ai vari Paesi.

taglio banconote

Come distinguere una banconota falsa

Per distinguere una banconota vera da una falsa esistono diversi metodi e, in questo video, vedremo gli 11 principali.
Tra questi uno tra i più semplici è quello di toccare la banconota per valutarne la consistenza e il rumore: le banconote emettono infatti un suono caratteristico quando vengono stropicciate, ben diverso da quello della comune carta. Sempre con il tatto è possibile notare che alcune porzioni della banconota, come le tacchette agli angoli o le figure centrali, sono in rilievo.

Mettendo invece la banconota controluce ci si renderà subito conto che compaiono molti elementi che prima non erano visibili, come la filigrana di Europa, una sottile striscia nera e una finestrella trasparente, anch'essa con all'interno il volto di Europa. Ci sono poi altri test che si possono eseguire, come prove ai raggi UV, agli infrarossi oppure elementi che cambiano colore inclinando la banconota. Per scoprirli tutti e 11 non ti resta che guardare il video!

falso banconota
Articolo a cura di
Redazione