Le donne di questo articolo hanno una cosa in comune: hanno avuto il coraggio e la tenacia di affermare le proprie idee. Ve ne mostriamo solo pochi esempi ma oggi, nel presente, ce ne sarebbero milioni. La donna è un pilastro portante della società moderna, e noi di Geopop vogliamo cercare di omaggiarla a modo nostro.

Inge Lehmann

Quando Inge Lehmann sentì il primo terremoto da bambina, nella sua casa di Copenaghen, si fece una domanda che l’accompagnò tutta la vita: cosa c’è al centro della Terra? Nel 1936, studiando la propagazione delle onde sismiche, dimostrò che il nucleo della Terra era suddiviso in due strati: uno liquido più esterno e uno solido interno. Nessuno le credette e ci vollero molti anni perché la sua teoria fosse finalmente accettata.

Marie Tharp

Marie Tharp, una geologa che lavorò come assistente alla Columbia University, rivelò il segreto più grande degli oceani. Essendo donna, non le fu consentito di partire per le spedizioni oceanografiche, ma studiando i dati dei terremoti che riceveva dai suoi colleghi maschi in missione realizzò, nel 1957, la prima mappa dettagliata del fondale atlantico, rivelando la presenza della dorsale oceanica a supporto della teoria della tettonica delle placche.

Hedy Lamarr

Se oggi possiamo usare uno smartphone dobbiamo ringraziare una dea del cinema, praticamente un mix tra Albert Einstein e Marilyn Monroe. Pensate che a 18 anni fu costretta a lasciare gli studi di ingegneria a Vienna e scelse la carriera di attrice a Hollywood per fuggire dal nazismo. Il suo nome è Hedy Lamarr, ed è ricordata per aver inventato la tecnologia alla base del wireless.

Josephine Cochrane

Se nessuno lo farà, lo farò io stessa” disse Josephine Cochrane quando costruì la prima lavastoviglie meccanica della storia nel 1886. Un giorno, stanca di lavare i piatti, progettò degli scompartimenti per stoviglie, li collocò su una ruota che giaceva in una caldaia di rame e ideò un sistema di pompe che gettava acqua calda e sapone. Le sue amiche rimasero così impressionate che le diedero il nome di “lavastoviglie Cochrane”.

Mary Anderson

Nel 1903 un’allevatrice di bestiame dell’Alabama, di nome Mary Anderson, vide a New York un autista del tram sporgersi dal finestrino per rimuovere la neve. Le venne così in mente di disegnare uno strumento per tenere pulito il parabrezza, che consisteva in una leva interna all’auto che muoveva una stecca all’esterno. Ma, a quei tempi, che valore poteva avere l’invenzione di una donna, e quando la Cadillac nel 1922 installò il primo tergicristallo, Anderson non aveva rinnovato il brevetto.

Cecilia Payne Gaposchkin

Nel 1925, la studentessa Cecilia Payne Gaposchkin divenne la prima donna a conseguire un dottorato in astronomia ad Harvard. Nella sua tesi scrisse che per il 90% il Sole era fatto di idrogeno, diversamente da come si credeva, ovvero che fosse costituito per lo più da atomi pesanti. In molti risero della sua teoria, che finì poi per essere accettata solo molti anni dopo.

Articolo a cura di
Videostorie