bulusan eruzione

Domenica 5 giugno 2022 alle ore 10:37 (ora locale, ore 16:37 in Italia) un'eruzione ha coinvolto il vulcano Bulusan sull'isola di Luzon, nelle Filippine, a sud-est di Manila. L'evento è durato circa 17 minuti e, come confermato dall'Istituto Filippino di Vulcanologia e Sismologia, è stato causato dall'interazione tra le acque superficiali e il magma. Questo ha dato vita a una nube di ceneri alta circa 1 km che in poco tempo ha colorato il cielo di grigio, come documentato da diversi residenti delle vicine isole. Al momento il livello di allerta del monte Bulusan è passato da 0 a 1 su una scala di cinque, ad indicare un aumento del rischio relativamente contenuto.

L'eruzione del vulcano Bulusan

L'eruzione del monte Bulusan del 5 giugno 2022 è stata di tipo freatico, cioè innescata dall'interazione tra acqua superficiale e magma. Ciò genera grandi quantità di vapori che, come in questo caso, possono dar vita ad una colonna di ceneri: in questo caso l'altezza è stata stimata attorno a 1 km e le sue ceneri sono ricadute verso ovest, interessando le province di Juban, Casiguran e Sorsogon e ricoprendo due cittadine – fortunatamente senza causare vittime.
L'eruzione, in realtà, non è arrivata del tutto inattesa: nelle 24 ore precedenti all'eruzione sono stati registrati 77 terremoti vulcanici e già negli ultimi due anni circa la deformazione del suolo ha fatto registrare valori anomali.
Inoltre le eruzioni freatiche sono piuttosto comuni per il monte Bulusan: anche l'evento eruttivo del 5 giugno 2017, l'ultimo registrato prima di quello attuale, era di tipo freatico.

Le conseguenze dell'eruzione

Fortunatamente l'eruzione non ha fatto registrare vittime ma, per precauzione, il livello di allerta è passato dal livello 0 a livello 1, cioè quello legato ad un'attività "non normale" del vulcano.
Il governo locale ha istituito una cosiddetta "area di pericolo permanente" con un raggio di 4 km dal vulcano all'interno della quale è severamente vietato entrare.
Anche se le città della zona sono state evacuate, il Governo ha consigliato vivamente agli abitanti delle isole vicine di indossare mascherine e di stare al chiuso, così da non rischiare di respirare cenere vulcanica.

Perché ci sono vulcani nelle Filippine?

Le Filippine si trovano lungo la cosiddetta Cintura di Fuoco del Pacifico, cioè un'area che circonda l'oceano Pacifico e che è caratterizzata dalla presenza di numerosi vulcani. Questo è legato a processi di subduzione che, dal Sudamerica al Sud-Est asiatico, creano un vero e proprio anello di vulcani – tra i quali è presente anche il monte Bulusan, uno dei 24 vulcani attivi dell'arcipelago filippino.
Tra i vari vulcani presenti nel Paese, però, uno tra quelli che viene ricordato più spesso è il Monte Pinatubo: con la sua violenza eruzione del 1991 seppellì decine di villaggi sotto a una spessa coltre di fango e cenere, causando più di 800 vittime.

cintura fuoco pacifico
Articolo a cura di
Stefano Gandelli