16 Gennaio 2024
12:15

L’eruzione vulcanica in Islanda diminuisce e il governo pubblica la nuova mappa delle aree colpite

L'Icelandic Met Office ha pubblicato i nuovi dati sull'eruzione vulcanica, inclusa una mappa con l'estensione delle aree colpite dalla lava.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
259 condivisioni
L’eruzione vulcanica in Islanda diminuisce e il governo pubblica la nuova mappa delle aree colpite
aggiornamento islanda 16 gennaio
Credit: Icelandic Met Office.

In Islanda, come confermato dall'Icelandic Met Office, l'intensità dell'eruzione vulcanica a Grindavik è in diminuzione ed è stata pubblicata una nuova mappa con tutte le aree interessata dai flussi di lava. Domenica 14 gennaio ha preso il via una nuova fase di eruzioni vulcaniche lineari in Islanda, nella penisola di Reykjanes. A differenza della precedente attività eruttiva del 18 dicembre il flusso di lava si è diretto verso il piccolo centro abitato di Grindavik, incendiando alcune case. Fortunatamente la popolazione era stata evacuata il giorno prima e, per questo motivo, non ci sono state né vittime né feriti.

L'arresto del flusso di lava a Grindavik

Come confermato dalle autorità, il flusso di lava è in diminuzione, come è ben visibile anche dalle immagini catturate dalle webcam presenti nell'area. Nello specifico, il flusso diretto verso Grindavik sembra essere del tutto cessato e la restante parte è diretta verso sud-ovest, dove sono state poste le barriere protettive in terra e roccia vulcanica realizzate dal governo.

Al momento è difficile dire con esattezza per quanto tempo ancora durerà questa fase dell'eruzione. Inoltre non è da escludere che l'attività vulcanica si sposti all'interno di Grindavik stessa visto che nelle ultime ore si sono formate nuove fratture nel centro abitato e quelle già presenti si sono allargate.

flusso lava vicino grindavik
Credits: Icelandic Met Office.

La mappa delle aree colpite dall'eruzione in Islanda

L'Icelandic Met Office, oltre che a fornire aggiornamenti sull'evoluzione dell'eruzione, ha anche pubblicato una mappa nella quale viene mostrata l'estensione delle aree colpite dalla lava:

nuova mappa eruzione islanda
Credits: Icelandic Met Office.

Come possiamo vedere ci sono sostanzialmente due diverse sezioni: una più a nord e una più a sud. Quella settentrionale è la prima a essersi formata nella mattina di domenica e non ha causato particolari danni essendosi sviluppata fuori dal centro abitato; quella meridionale invece è la seconda fessura a essersi aperta e, nonostante le ridotte dimensioni, ha fatto molti più danni, avendo colpito alcune abitazioni all'interno di Grindavik.

È interessante notare l'effetto delle linee tratteggiate in arancione: si tratta delle barriere realizzate con terra e roccia vulcanica che hanno di fatto arginato e deviato parte dei flussi di lava, proteggendo non solo il centro abitato ma anche la centrale elettrica che alimenta tutta la penisola di Reykjanes.

Sono un geologo appassionato di scrittura e, in particolare, mi piace raccontare il funzionamento delle cose e tutte quelle storie assurde (ma vere) che accadono nel mondo ogni giorno. Credo che uno degli elementi chiave per creare un buon contenuto sia mescolare scienza e cultura “pop”: proprio per questo motivo amo guardare film, andare ai concerti e collezionare dischi in vinile.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views