22 Novembre 2023
11:05

Possibile eruzione vulcanica imminente in Islanda, l’aggiornamento con la nuova mappa

È stata pubblicata una nuova mappa dell'Islanda con le aree più a rischio eruzione vulcanica. Vediamola nel dettaglio.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
365 condivisioni
Possibile eruzione vulcanica imminente in Islanda, l’aggiornamento con la nuova mappa
eruzioni islanda aggiornamento
Immagine d’archivio.

Negli scorsi giorni si è parlato molto della possibile eruzione vulcanica nell'Islanda sud-occidentale, per la precisione nella penisola di Reykjanes. Il crescente numero di terremoti e la rapida risalita di magma ha portato il Governo islandese a far evacuare il paese di Grindavik per paura che la lava colpisse questo centro abitato di circa 3000 persone. Ma qual è la situazione oggi? E quando avverrà l'eruzione? Per cercare di fare un po' di chiarezza, consultiamo i dati ufficiali forniti dal servizio meteorologico nazionale islandese.

Inizialmente è stata individuata un'area lunga circa 15 km lungo la quale potrebbe avvenire l'eruzione – anche se non si avevano indizi su quale fosse la zona più probabile. Nuove analisi hanno tuttavia permesso di ottenere una mappa più dettagliata, che riportiamo qui di seguito:

zone-probabili-eruzione-islanda.png
Credit: Met Office Iceland.

La prima cosa che salta all'occhio è che l'area a rischio eruzione è più ampia di quella individuata in precedenza e la zona colorata di viola è quella a maggior rischio. Poco più a sud c'è Grindavik, il paese evacuato, che si trova in zona rossa e quindi è a rischio eruzione leggermente più basso. Il problema è che nella zona viola si trova la centrale geotermica di Svartsengi: per cercare di proteggerla il governo sta valutando di realizzare una cinta muraria per proteggere la struttura dagli eventuali flussi di lava. Anche in caso di danneggiamento – così assicurano le autorità – la capitale Reykjavik non dovrebbe restare senza elettricità.

Ma quindi è imminente un'eruzione? Secondo gli esperti è molto probabile che avverrà entro qualche giorno, anche se ancora non siamo in grado di definire con precisione il momento. Nelle ultime ore poi l'attività sismica registrata è in diminuzione, ma ciò non vuol dire che il peggio sia passato: anche nel caso del vulcano Fagradalsfjall i terremoti diminuirono bruscamente poco prima dell'eruzione, come confermato anche dal vulcanologo Dave McGarvie.

Per saperne di più sul contesto geologico dell'Islanda, abbiamo realizzato un video ad hoc:

Sono un geologo appassionato di scrittura e, in particolare, mi piace raccontare il funzionamento delle cose e tutte quelle storie assurde (ma vere) che accadono nel mondo ogni giorno. Credo che uno degli elementi chiave per creare un buon contenuto sia mescolare scienza e cultura “pop”: proprio per questo motivo amo guardare film, andare ai concerti e collezionare dischi in vinile.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views