Perché per rispondere al telefono diciamo “pronto”? Succede solo in Italia

In Italia quando rispondiamo al telefono solitamente diciamo "pronto" con tono esclamativo o interrogativo. Ma da dove viene questa usanza? Perché usiamo questo termine? Le due ipotesi più probabili riguardano i vecchi centralini oppure l'ambito militare.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
26 Gennaio 2024
17:00
27 condivisioni
Perché per rispondere al telefono diciamo “pronto”? Succede solo in Italia
perche si dice pronto al telefono

Perché in Italia quando rispondiamo al telefono diciamo "pronto"? Perché non usiamo un saluto come avviene in tanti altri Paesi del mondo, ad esempio hello/hallo in lingua inglese? In effetti, se ci fermiamo un secondo a pensare, usare "ciao" o "buongiorno"/"buonasera" (a seconda dell'ora) dovrebbe venirci più naturale. E invece usiamo "pronto", una parola più tecnica e fredda, che viene dal latino prōmptus (participio passato del verbo promĕre) e in origine significava "messo davanti agli occhi" o "messo alla portata". Come mai c'è questa usanza?

In realtà non esiste una risposta certa, ma alcuni studiosi e altri portali di informazione e divulgazione hanno formulato due ipotesi principali, che peraltro non si escludono in assoluto l'una rispetto all'altra.

La prima ipotesi rispetto all'abitudine di dire "pronto" prende in considerazione le origini della telefonia e quindi la storia del telefono. Le prime linee telefoniche e i primi telefoni furono installati negli USA nella seconda metà dell'800 e poi si diffusero anche in Europa e in Italia. Originariamente le linee collegavano solo due apparecchi, ma in seguito furono introdotti dei sistemi per smistare manualmente le chiamate a diversi destinatari. Nacque la figura del/della centralinista, una persona incaricata di mettere in comunicazione l'individuo che aveva chiamato con il destinatario della telefonata utilizzando un cavo con due uscite jack. Ogni utente, infatti, era associato a una presa a jack presso un cosiddetto tavolo e pannello di commutazione. Quando il collegamento corretto del cavo era avvenuto il/la centralinista avrebbe detto "pronto", permettendo lo svolgimento della chiamata. Nel caso specifico, tuttavia, rimane il dubbio sul perché poi il termine abbia cominciato ad essere utilizzato direttamente dal destinatario della chiamata (forse per chiedere conferma che il collegamento fosse effettivamente operativo).

pronto telefono perche centralinista

La seconda ipotesi è meno elaborata e potrebbe comunque legarsi alla prima. In questo caso il termine avrebbe origine militare. Dato che inizialmente il telefono era usato soprattutto da militari e forze dell'ordine, "pronto" potrebbe essere stata la parola adatta per indicare l'urgenza di comunicare in modo conciso e diretto. Un po' come il "passo" e il "passo e chiudo" che utilizziamo ancor oggi se utilizziamo dei walkie talkie.

Classe ‘88, sono laureato in Scienze Geografiche e prima di Geopop ho lavorato per lo sviluppo di progetti socio-ambientali, scritto un romanzo di viaggio, insegnato Geografia, Storia e Lettere alle superiori e fatto divulgazione su YouTube e RaiGulp. Viaggiare e raccontare il mondo è la mia passione: geopolitica, luoghi, usi e costumi, storie… Da bambino adoravo Piero Angela e Indiana Jones.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?