3 Novembre 2023
7:00

Tempesta Ciaran da record in Francia e Regno Unito, con venti a oltre 200 km/h e onde alte oltre 20 metri

Dopo i danni in Spagna, il passaggio della tempesta Ciaran tra Francia e Inghilterra ha segnato nuovi record meteorologici assoluti in molte località colpite dal ciclone. La tempesta sta transitando anche in Italia.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
21 condivisioni
Tempesta Ciaran da record in Francia e Regno Unito, con venti a oltre 200 km/h e onde alte oltre 20 metri
Immagine

La tempesta Ciaran non sta solo interessando il territorio italiano: il suo passaggio in Francia e Regno Unito (dopo quello in Spagna) ha infranto numerosi record meteorologici, soprattutto per i venti da uragano e le onde alte come palazzi. A confermarlo è il servizio meteorologico nazionale di Meteo France, che definisce Ciaran come una tempesta di portata storica, superando le precedenti tempeste violente del 1987 e del 1999.

La raffica in assoluta più intensa è quella di ben 207 km/h registrata a Pointe du Raz, al largo della costa del Finistère, in Bretagna, che si conferma la regione più colpita dal passaggio. Si tratta della velocità del vento più elevata mai registrata in quella località.

Questo non è l'unito vento da record registrato in Francia durante il passaggio della tempesta Ciaran. Si sono stabiliti infatti numerosi nuovi primati nel nordovest della Francia: 195 km/h sull’ile de Batz; 193 km/h a Plougonvelin; 172 km/h a Ploudalmézeau; 170 km/h a Lanvéoc; 163 km/h a Plovan; 163 km/h a Saint-Segal; 158 km/h a Lannion; 155 km/h a Brest.

Per quanto riguarda il mare, tra il vicino Atlantico e la Manica si sono raggiunte altezze superiori ai 10 metri, con un’onda massima di ben 21 metri al largo della Bretagna, le quali nelle prossime ore potrebbero causare inondazioni significative in oltre 50 aree, la maggior parte delle quali sulla costa meridionale dell’Inghilterra.

Immagine
Raffiche di vento osservate tra le 12 di mercoledì 1° novembre e le successive 24 ore. Fonte: Meteociel.fr.

Nel sud dell’Inghilterra le raffiche di vento hanno toccato i 100 km/h, fino ai 160 km/h nell’isola di Jersey sul Canale della Manica, dove più di 60 persone sono state evacuate dalle loro case a causa dei danni agli edifici. Tre persone sono state ricoverate in ospedale e il tetto del Jersey General Hospital è stato danneggiato. Sempre nell’Inghilterra meridionale centinaia di scuole sono state chiuse, edifici danneggiati, voli e linee ferroviarie interrotte: alcuni cittadini hanno dichiarato di non aver visto condizioni così estreme da anni.

Alle 11 di giovedì, l'Agenzia per l'Ambiente aveva emesso 77 avvisi di alluvione per l'Inghilterra e 188 allarmi di alluvione. L'Agenzia ha dichiarato che le forti piogge che cadono su terreni già saturi dovrebbero portare a un rapido aumento dei livelli di alcuni fiumi. Il Natural Resources Wales ha inoltre affermato che i livelli dei fiumi nell'estremo sud-ovest del Paese potrebbero essere i più alti mai registrati.

Nel sudovest dell’Inghilterra circa 10.000 case sono rimaste senza corrente, mentre nel nordovest della Francia la tempesta ha tolto l’elettricità a circa 1,2 milioni di famiglie a partire da giovedì mattina. Tra queste, più della metà delle case solo in Bretagna.

Secondo il MetOffice i problemi persisteranno, con l'allerta gialla che coprirà gran parte dell'Inghilterra meridionale, parti dell'Inghilterra nord-orientale e della Scozia orientale e l'intero Galles, per il resto di giovedì e per la giornata di venerdì.

Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?