10 Agosto 2023
12:30

Cos’è la RAM di un computer e quali sono le sue funzioni

La RAM è un componente fondamentale di un computer. In questo articolo, esploreremo la sua importanza e il suo ruolo nella gestione dei dati.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
2 condivisioni
Cos’è la RAM di un computer e quali sono le sue funzioni
RAM

La RAM, acronimo di "Random Access Memory" (Memoria ad Accesso Casuale), è uno dei componenti fondamentali nel campo dell'informativa e dell'elettronica. La RAM è infatti la memoria operativa del computer, dove vengono immagazzinati i dati che un programma necessita durante la sua esecuzione. Maggiore è la quantità di RAM sul pc, maggiore sarà la velocità di esecuzione dei programmi. Quando la RAM è piena, i programmi rallentano, impiegano tempi lunghi per compiere le operazioni e il computer si blocca.

La RAM archivia solo temporaneamente i file su cui sta lavorando e non in modo permanente, come invece la ROM (Ready only memory) che è una memoria non volatile.

In questo articolo esploreremo in modo più approfondito la sua importanza e il suo ruolo nella gestione dei dati.

La “scrivania” del processore

Immaginiamo uno studio accogliente con una grande libreria piena di libri e un'enorme scrivania, dove uno scrittore si dedica alla lettura e alla scrittura.

La libreria rappresenta il disco fisso del computer: un vasto archivio a lungo termine dove vengono conservate tutte le informazioni. D’altro canto, la persona nella stanza incarna il processore del computer, cioè la "mente" che elabora le informazioni.
Ma cosa garantisce che il lavoro svolto in questa stanza sia fatto in modo efficiente? È qui che entra in gioco la scrivania, che corrisponde alla RAM del computer.

La scrivania è come uno spazio di lavoro temporaneo, dove la persona può posizionare i libri e i fogli necessari per avervi più rapido accesso e potersi così concentrare sui compiti in corso. Questo parallelo ci aiuta a comprendere l'importanza della RAM: essa offre uno spazio di archiviazione di rapido accesso per dati e istruzioni di cui il processore necessita nell’immediato.

Così come la scrivania permette alla persona nello studio di lavorare in modo efficiente, la RAM consente al processore di accedere rapidamente alle informazioni necessarie per svolgere i compiti, migliorando la velocità di esecuzione e consentendo la gestione simultanea di diverse attività.

L’unità di misura della RAM

La RAM, nella realtà, ha ovviamente una forma molto diversa da quella di una scrivania; sebbene le prime RAM pesassero più di 20 kg, oggi sono grandi mediamente pochi centimetri ed sono composte da microcircuiti elettronici progettati per poter ospitare un certo quantitativo di dati.

Immagine

L’unità di misura della RAM è il byte che corrisponde ad un insieme di 8 bit: ovvero 8 valori binari (0 o 1). È tuttavia oggigiorno più frequente sentir misurare la capacità della RAM in Gigabyte (GB): 1 GB corrisponde a circa 1 miliardo di byte, ovvero 8 miliardi di bit (per i più curiosi: parliamo esattamente di 8.589.934.592 bit).

Per darvi un’idea di quanto sia capiente 1GB di RAM, sappiate che la parola “Geopop” richiede 6 byte (1 per ogni carattere) e che l’intera Divina Commedia occupa 130.000 byte: in pratica in un banco di RAM da 1GB potremmo salvare l’intera Divina Commedia più di 8.000 volte.

Il caricamento dei dati nella RAM

Dall’esempio precedente potrebbe sembrare che un banco di RAM da 1GB sia sufficiente a salvare praticamente qualsiasi cosa.
Nella realtà dei fatti, 1GB di RAM non è poi così tanto per un computer moderno. Questo deriva dal fatto che in RAM non vengono salvati solamente testi, ma qualsiasi dato sia necessario ad aprire un programma o un file. Ad esempio, un film di 2 ore in HD non potrebbe essere interamente caricato in RAM poiché esso richiede uno spazio di archiviazione molto superiore a 1GB (ne servono circa 4).

Ogni volta che un utente apre un programma o un file, il sistema operativo del computer carica tutti i dati necessari in RAM per consentire al processore di accedervi più rapidamente. Questo è spesso il motivo per cui alcuni programmi risultano particolarmente lenti alla prima apertura, mentre sono più “scattanti” nelle aperture seguenti: semplicemente tutti i dati di cui il computer necessita per avviare quel preciso programma sono già a portata di mano, sulla “scrivania” del processore.

computer lento

Cos'è la memoria "volatile"?

Tuttavia, a differenza dei dispositivi di archiviazione a lungo termine come dischi, pen-drive ecc…, la RAM è una memoria definita “volatile”; ovvero i dati che essa detiene vengono persi quando il computer viene spento o riavviato. È un po’ come se il nostro scrittore rimettesse ogni sera a posto sulla libreria ogni libro e foglio che nel corso della giornata aveva temporaneamente appoggiato sulla scrivania.

A questo punto dovrebbe essere evidente come la RAM giochi un ruolo fondamentale nel funzionamento di ogni computer; infatti se da una parte essa permette ad ogni persona di avere un’esperienza d’uso piacevole del proprio computer personale, dall’altra le RAM di grandi dimensioni permettono ai supercomputer di effettuare calcoli molto complessi in breve tempo.

Per questo motivo le RAM hanno incessantemente continuato a evolversi nel corso degli anni, a partire dalla loro nascita fino ad oggi e, con ogni probabilità, continueranno a farlo anche negli anni a venire.

Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views