friggitrice aria
in foto: Credit: Dmitriy A. Potrivaev

Nonostante il nome, in una friggitrice ad aria non servono grandi quantità di olio per cuocere, perché è l'aria ad essere il vettore di calore: l'aria viene riscaldata e fatta circolare velocemente in modo da consentire una cottura ad alte temperature e uniforme.  La friggitrice ad aria, con pochissimo olio e un piccolo forno ventilato, permette di ottenere risultati molto simili, in termini di doratura e croccantezza, a quelli di una frittura classica.
Ma come funziona esattamente questo elettrodomestico?

Com’è fatta una friggitrice ad aria

Brevettata dalla Philips Electronics Company nel 2010, la friggitrice ad aria è diventata un elettrodomestico di piccola taglia che può essere comodamente appoggiato sul bancone della cucina.

friggitrice aria aperta

Il cibo viene posto in un cestello estraibile che comprende un rivestimento antiaderente e una griglia posta sul fondo, sulla quale poggia il cibo. Il cestello è posizionato all’interno di un vano chiamato camera di cottura, dove avvengono le reazioni che porteranno ad una cottura simile alla frittura, se non per le quantità drasticamente diverse di olio utilizzato.

Gli elementi responsabili della cottura nella friggitrice ricordano molto quelli di un forno ventilato: nella parte alta della camera di cottura c’è infatti un elemento riscaldante, responsabile di portare il vano ad alte temperature, e una ventola, che permette di avere una distribuzione di calore uniforme.

Come si frigge con l’aria?

La friggitrice ad aria non è una vera friggitrice, che invece cuoce i cibi immergendoli in un elemento grasso (solitamente olio) portato ad alte temperature, ma è progettata per simulare la frittura usando una quantità minima di olio. Si usa il termine frittura perché, proprio come l’olio circonda completamente il cibo durante la frittura, così fa l’aria, che avvolge interamente il cibo rivestito da uno strato sottilissimo di olio: come una sorta di grill turbo, rende i cibi dorati e croccanti.

Una volta posizionato il cibo leggermente oliato nel cestello e accesa la friggitrice, la camera di cottura raggiunge temperature che vanno dai 180-200° a 360°C, ben maggiori di quelle che si possono raggiungere nei forni ventilati domestici. L’aria calda, messa in circolazione dalla ventola, va a circondare interamente il velo d’olio che riveste il cibo, che quindi risente del calore in maniera uniforme. La reazione di Maillard, responsabile del colore dorato e della croccantezza è quindi innescata, anche se a temperature ben maggiori di quelle con metodi di cottura tradizionali, che solitamente si aggirano attorno ai 140°C.

caldo friggitrice aria
in foto: Credit: Dmitriy A. Potrivaev

Cosa cambia tra friggitrice ad aria e forno ventilato?

Tra friggitrice ad aria e forno ventilato, come abbiamo visto, esistono diverse differenze.
La prima è nelle dimensioni: le friggitrici ad aria sono molto più compatte, e questo permette il raggiungimento della temperatura prefissata in tempi molto inferiori rispetto a quelli necessari per le grandi cavità dei forni, e quindi anche una cottura più veloce. Questo ovviamente limita le porzioni, che sono significativamente minori di quelle che possono essere cotte da un forno.

Cucinare con la friggitrice ad aria

Se state pensando di acquistare una friggitrice ad aria, ora che abbiamo spiegato come funziona, andiamo a rispondere ad un paio di domande in merito al suo utilizzo in cucina, così da capire se è davvero più sano cucinare con questo strumento e quali tipi di cibo possono essere preparati.

Se non friggo con l’olio è più sano?

Dato che inserire grandi quantità di olio nella friggitrice ad aria è altamente sconsigliato per evitare di rovinare l’apparecchiatura, è possibile ottenere risultati simili a quelli di una frittura usando 70-80% di olio in meno, con conseguente risparmio calorico. Un risultato paragonabile a cuocere i cibi nel forno, senza condimento. È da sottolineare che, benché il gusto e la consistenza tra frittura classica e ad aria siano simile, non sono comunque identici, dato che nei metodi di frittura classica l’olio penetra negli alimenti e ne influenza il sapore.

Che cibi posso cuocere?

Per i motivi sopra elencati, i risultati migliori si ottengono con quei cibi che contengono naturalmente grasso, come alcune parti del pollo o cibi surgelati come patatine o crocchette. Per gli altri casi potrebbe essere utile una spruzzata d’olio leggermente più generosa sulla superficie e non riempire il cestello fino all’orlo, in modo da lasciare lo spazio necessario all’aria per cingere tutto il cibo in modo omogeneo. È infine sconsigliato cuocere cibi rivestiti solo da pastella, che non resisterebbe al flusso d’aria della friggitrice ad aria: in questo caso, meglio aggiungere del pangrattato, che funge da barriera esterna.

friggitrice aria esempio

La selezione di prodotti all'interno di questo contenuto è stata effettuata in maniera affidabile ed indipendente. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.

Articolo a cura di
Lucia Mascotelli