Copertina-Europa-UE

Quante volte abbiamo sentito dire che il Regno Unito è “uscito dall’Europa”, a proposito della Brexit? Non so voi ma io parecchie e, andando a indagare più a fondo, ho scoperto che per molte persone non è ben chiara la differenza tra Europa e Unione Europea. In sintesi, da un lato abbiamo un continente con un territorio più o meno definito, dall'altro un'organizzazione politica ed economica a cui hanno aderito solo alcuni Stati. Ecco qui di seguito una spiegazione semplice e più ampia della questione, a beneficio di tutti.

Che cos’è l’Europa?

Dal punto di vista geografico l’Europa è il territorio situato nella parte occidentale dell’Eurasia ed è considerata un continente, anche se in teoria non presenta dei confini fisici così definiti da poter essere separata in modo netto dall’Asia.

Carta-fisica-Europa

L’Europa viene perciò considerata un continente a sé soprattutto perché dal punto di vista sociale, economico, culturale, storico e geopolitico è una regione che presenta molte caratteristiche e dinamiche comuni o comunque peculiari. Insomma, è come se l’Europa fosse un macrocosmo storico-culturale sufficientemente distinto dal resto dell’Eurasia.

Vi anticipavo, però, che i confini fisici dell’Europa non sono così definiti e in effetti non sono gli stessi per tutti gli studiosi e sono anche cambiati nel corso della storia. Semplificando, attualmente la proposta più accreditata e generalmente accettata vuole il confine settentrionale rappresentato dall’oceano Artico, quello occidentale corrispondente all’oceano Atlantico e quello meridionale costituito dal Mar Mediterraneo, dal Mar di Marmara, dal Mar Nero e ancora più a est da… Ecco, qui cominciano i problemi: qual è il confine orientale e sud-orientale?

Il confine orientale dell’Europa

Confine-orientale-Europa
in foto: Le ipotesi di confine orientale dell’Europa

Il confine orientale e sud orientale dell’Europa è il più problematico.
In qualche modo, infatti, l’Europa è semplicemente una penisola dell’Eurasia non separata da alcun limite naturale netto rispetto al resto del territorio.

La catena montuosa degli Urali, che taglia in due la Russia europea da quella asiatica, in realtà è abbastanza dolce (la vetta più alta, la Narodnaja, arriva a 1894 m) e quindi funge da confine un po’ labile per il continente. Dopodiché oggigiorno solitamente si considera il corso del fiume Ural e la riva nord-occidentale del Mar Caspio fino… All’incrocio con la depressione del Kuma-Manyč, secondo la prospettiva della Russia e di molti Paesi europei… Oppure, più a sud, con lo spartiacque del Caucaso, secondo il parere del mondo anglosassone (ma le ipotesi sono varie, come si può notare nell'immagine qui sotto).

L’Europa così definita (più o meno) ha una superficie di circa 10 milioni di km2, una popolazione di circa 700 milioni di persone e presenta, a seconda dei confini considerati, tra 44 e 50 Stati.

Che cos’è l’Unione Europea?

Quando parliamo di Unione Europea non parliamo più di geografia fisica e quindi semplicemente di territorio. L’Unione Europea è infatti un’organizzazione economica e politica ad adesione volontaria (anche se vincolata al rispetto di precisi parametri) che comprende 27 Stati europei.

Parlamento-europeo

Il processo della sua formazione è cominciato dopo la seconda guerra mondiale con la supervisione e il beneplacito statunitense ad opera di sei Stati fondatori: Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo. Questi ultimi diedero vita alla CEE (Comunità Economica Europea) il 25 marzo del 1957, con la firma del famoso Trattato di Roma.

Progressivamente l’organizzazione raccolse adesioni e il 7 febbraio 1992, grazie al Trattato di Maastricht, la CEE assunse ufficialmente peso politico e divenne CE, Comunità Europea, la cui struttura attuale, denominata UE (Unione Europea) ha preso corpo in seguito alla firma del Trattato di Lisbona, avvenuta il 13 dicembre 2007.

Comprendendo solo 27 Paesi europei (dei 44/50 che si trovano fisicamente in Europa), l’Unione Europea ha un territorio meno vasto di quello europeo in senso geografico, perché corrispondente solo a quello degli Stati aderenti e, in particolare: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Unione-Europea-Stati-membri

Insomma, la Svizzera, il Regno Unito o la Norvegia – per fare tre esempi che non trovate nell’elenco qui sopra – non fanno parte dell’Unione Europea perché non vi hanno aderito (oppure, come nel caso del Regno Unito, perché ne sono usciti), ma sono Stati europei a tutti gli effetti perché il loro territorio ricade geograficamente nel continente europeo.

La differenza tra Europa ed Unione Europa: una similitudine scolastica

Per concludere l’articolo e consentirvi di ricordare più facilmente la distinzione tra Europa e Unione Europea vi lascio una similitudine a sfondo scolastico. Immaginate l’aula di una scuola, la 1A, una classe, per assurdo, numerosissima e composta da una cinquantina di studenti, ognuno con il suo banco. Sei di questi studenti a un certo punto hanno fondato un gruppo studio di ripasso e approfondimento e nel corso del tempo a questo gruppo si sono uniti altri alunni fino a un totale di 27. Ecco: è come se l’Europa fosse l’intera aula 1A, mentre l’Unione Europea fosse l’insieme degli studenti (e dello spazio occupato dai loro banchi) che hanno deciso di entrare a far parte del gruppo studio e sono stati accettati dagli altri.

Articolo a cura di
Alessandro Beloli