Riciclo della carta

Cosa accade ai rifiuti di carta dopo che li gettiamo nel cestino della raccolta differenziata? In questo video della serie “RiFiutile” parliamo del riciclo di carta e cartone, ripercorrendo tutti i passaggi del ciclo di riciclaggio, dalla raccolta fino al suo riutilizzo.

In breve, i principali passaggi sono:

  • raccolta e stoccaggio;
  • divisione dei diversi tipi di carta tramite un impianto di selezione;
  • imballaggio e invio presso le cartiere;
  • macinazione e trasformazione in “pulp”;
  • pressatura per eliminare l’acqua;
  • bobinatura, i fogli di carta ottenuti vengono passati in appositi macchinari che la asciugano, la schiacciano e la arrotolano, creando delle bobine.

Essendo completamente riciclabile, la carta è un materiale che viene utilizzato e riciclato da secoli. Quando si parla del riciclaggio della carta, l’Italia è uno dei paesi più virtuosi d’Europa, basti pensare che solo nel 2019 il nostro Paese ha riciclato oltre l’80% del materiale cartaceo immesso sul mercato.

La carta è un materiale composto da cellulosa, un polimero che si trova in diverse specie vegetali, riciclabile al 100% e che può essere riutilizzato più volte.

Ma come si produce? La carta si ottiene a partire da fibre disidratate di cellulosa che vengono trasformate in poltiglia durante la fase di “pulping”, in cui vengono messe in un bagno di acqua e additivi. L’impasto formatosi verrà spinto in coppie di rulli rotanti e pressato, in modo da rimuovere l’acqua in eccesso e creare un grande foglio. Quest’ultimo verrà poi arrotolato per formare una bobina.

In questo episodio di RiFiutile vi racconteremo come avviene il riciclo della carta, quante volte può essere riciclato questo materiale, quali sono i vantaggi del riciclare la carta, quali sono i tipi riciclabili e i diversi simboli di riciclaggio riportati sugli imballaggi.

Articolo a cura di
Redazione