Sequoia gigante

Le piante sono tra gli organismi viventi più diversificati che possiamo trovare sul nostro pianeta: ce ne sono di alti, bassi, massicci, snelli, imponenti o minuscoli, con foglie larghe o strette, grandi o piccole… insomma, ce n'è per tutti i gusti. Ma tra queste esistono piante uniche. In questo articolo vi parliamo di 5 alberi da record: il più voluminoso, il più alto, quello con il diametro maggiore, quello con la chioma più estesa e il più antico.

L'albero più voluminoso – il Generale Sherman 

Generale Sherman - sequoia gigante

Il record di albero vivente più voluminoso al mondo se lo aggiudica una sequoia gigante (Sequoiadendron giganteum) chiamata amichevolmente Generale Sherman. Si trova nella Foresta Gigante presso il Sequoia National Park, in California, USA. La sua età si stima essere tra i 2300 e 2700 anni, è alto 83,8 m, ha un diametro di 7,7 m e il suo tronco ha un volume stimato di 1487 m3. Questa sequoia ha acquisito il primato solo recentemente, a seguito dell'abbattimento di altre due sequoie giganti californiane (nel 1905 e negli anni '40). Pare che la prima fosse quasi il doppio più voluminosa del Generale Sherman, raggiungendo i 2550 m3 o più, mentre il volume della seconda si aggirava tra il 15 e il 25% in più dell'attuale record. Incredibile!
Una curiosità: il suo nome deriva da William Tecumseh Sherman, generale americano il cui ruolo è stato determinante nella Guerra di Secessione americana (negli anni '60 dell'800).

L'albero più alto – l'Hyperion

Sequoia sempervirens

L'albero più alto del mondo è l'Hyperion, una sequoia costiera (Sequoia sempervirens) che si trova nel cuore del Redwood National Park in California.
Questo albero raggiunge l'incredibile altezza di quasi 116 m, accompagnato da Helios e Icarus, il secondo e il terzo nella classifica mondiale degli alberi più alti, anch'esse sequoie e situate nel parco nazionale.
L'ubicazione di questi individui non è resa nota per proteggerli da danni e vandalismo: il dato è segreto e solo in pochi conoscono le loro coordinate. A pochi passi da essi, infatti, si possono trovare i resti di un'enorme sequoia, tranciata di netto durante gli anni '70 prima che il parco fosse protetto a livello nazionale. Per fortuna l'evento non si è più ripetuto e Hyperion, Helios e Icarus per ora sono in salvo. L'hanno scampata per un soffio!

L'albero dal diametro maggiore – Árbol de Tule

Árbol del Tule

Questo incredibile esemplare di Cipresso di Montezuma (Taxodium mucronatum) chiamato Árbol de Tule si trova in Messico a pochi chilometri da Oaxaca, capitale dell'omonimo Stato. Il suo diametro a petto d'uomo supera i 14 m! Vista la sua struttura irregolare, si è presunta la possibilità che non fosse un unico individuo ma un insieme di più cipressi fusi assieme durante la crescita, ma recenti analisi genetiche dimostrano che è a tutti gli effetti un individuo singolo. Per raggiungere queste dimensioni la pianta deve averci messo circa 1500 anni o giù di lì. Pensate che è così importante per la cultura locale che viene festeggiato il suo "compleanno" (se così possiamo dire) ogni secondo lunedì di ottobre.

L'albero dalla chioma più estesa – il Thimmamma Marrimanu

Ficus benghalensis

Si chiama Thimmamma Marrimanu ed è un albero di banyan (Ficus benghalensis), situato in India nella Riserva di Kadiri, a qualche chilometro dalla città di Bangalore. Questa è una pianta epifita, ossia un organismo che cresce su un'altra pianta ospite, a suo discapito: si allarga orizzontalmente e, quando tocca terra, radica e continua la sua crescita. Questo individuo, nello specifico, ha espanso i suoi tronchi a partire dall'ospite per metri e metri: la sua chioma totale copre circa 19100 m2 (circa tre campi da calcio)! La leggenda locale narra che l'albero si sia originato da un ramo usato in una pira funeraria, su cui si gettò una donna di nome Thimmamma per poter seguire il defunto marito nell'aldilà.
Il Ficus benghalensis è l'albero nazionale indiano, lo sapevate?

L'albero più antico – il Matusalemme

Matusalemme, albero più vecchio

Il Matusalemme, chiamato anche Metuselah, è l'albero più antico del pianeta. Si tratta di un pino dai coni setolosi (Pinus longaeva) situato sulle Montagne Bianche della California, USA. Non a caso è stato scelto questo nome: si stima sia germinato ben prima della costruzione delle piramidi e che, ad oggi, abbia circa 4852 anni. Le analisi condotte sugli anelli di accrescimento dell'albero mostrano importanti dettagli sulle precipitazioni, che potrebbero anticipare la sua data di nascita e dichiararlo ancora più vecchio. Anche in questo caso, l'ubicazione dell'albero è un segreto protetto dal Servizio Forestale degli Stati Uniti. Sono gli adattamenti biologici tipici della specie a rendere questi alberi così tenaci e resistenti anche alle condizioni più avverse. Lunga vita al matusalemme!

Bibliografia
Preston, R. "Tall for its age." The New Yorker 9 (2006)
Mejorado Velazco, Nazly A., et al. "Assessment of monumentality of urban trees in Mexico." Revista mexicana de ciencias forestales 11.60 (2020): 4-25
Oldlist: A database of Old Trees
Thimmamma Marrimanu – Guinness World Record

Articolo a cura di
Nicole Pillepich