14 Maggio 2023
15:30

Gli sbocchi lavorativi delle lauree STEM: la percentuale degli occupati e i salari medi

Le lauree in materie scientifiche, cosiddette STEM, offrono diversi sbocchi professionali. Riportiamo un prospetto di tutte le classi di laurea magistrale STEM con i rispettivi tassi occupazionali, i salari medi e le professioni più scelte.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
A cura di Frida Bonatti
Ti piace questo contenuto?
Gli sbocchi lavorativi delle lauree STEM: la percentuale degli occupati e i salari medi
scienza lavoro

I corsi di laurea in materie scientifiche, cosiddette STEM, acronimo che sta per Science, technology, engineering and mathematics, offrono competenze sempre più richieste nel mercato del lavoro. Facciamo un quadro sui possibili sbocchi lavorativi e le retribuzioni medie per chi sceglie questi percorsi di studi.

Quanti sono i laureati STEM in Italia?

Nel 2021, il 24,0% dei giovani adulti (25-34 anni) in possesso di una formazione post-diploma, ha una laurea nelle materie scientifiche. È quello che emerge dal report Istat sui Livelli di istruzione e ritorni occupazionali, che mette in luce anche il divario di genere: la quota di uomini laureati in materie scientifiche nel 2021 è del 33,7%, mentre le donne che hanno optato per questo percorso di studi sono appena 17,6% (una laureata su sei).

Che la percentuale di laureati STEM nel nostro Paese sia una cifra ancora non soddisfacente lo si può affermare confrontando il dato italiano con quello di altri Paesi europei: secondo le statistiche di Eurostat, in Germania nell'anno 2020 gli STEM sono 37,7% del totale dei laureati, mentre in Francia nello stesso anno sono il 27,6% del totale dei laureati.

scienza lavoro
scienza lavoro

Un altro aspetto interessante riguarda il famigerato skill mismatch, ovvero il divario tra le competenze acquisite dalle persone durante il percorso di studi e quelle richieste dal mercato del lavoro. Secondo l'Osservatorio STEM stilato da Deloitte, il 44% dei datori di lavoro intervistati in Italia nel corso del 2021, hanno affermato di riscontrare difficoltà nel trovare professionisti con competenze STEM. Si tratta di un'importante barriera alla crescita e alla produttività delle aziende, soprattutto in ambito informatico.

Sempre secondo lo studio della Deloitte infatti, gli ambiti professionali più ricercati in ambito STEM nel mercato del lavoro italiano sarebbero i seguenti: front end web development, backend web development, cybersecurity, database management.

Il tasso occupazionale dei laureati nelle materie scientifiche

A fronte di una forte richiesta del mercato del lavoro, il tasso occupazionale di chi ha intrapreso un percorso di studi scientifico marca un vantaggio nei confronti di chi ha intrapreso altri tipi di studi.

Il report Istat registra che nel 2021 il tasso di occupazione dei 25-64enni con un percorso di studi STEM è dell'85,3%.
Per i laureati nell'area umanistica nello stesso anno il dato è del 75,9%, mentre il tasso occupazionale per i laureati in area socio-economica e giuridica è dell'81,7%. A guidare la classifica sono i laureati in ambito medico-farmaceutico, con l'88,5% di occupati.

Ma quali sono le classi di laurea con un tasso un maggiore tasso occupazionale, a distanza di cinque anni dalla laurea?
Sul podio ci sono: ingegneria navale (98,5% dei laureati occupati), ingegneria informatica, (96,8), ingegneria elettrica (97,6%).

I dati di occupazione e i salari medi per ogni classe di laurea STEM

Nelle tabelle più sotto, abbiamo raggruppato i dati di Alma laurea relativi a tutte le classi di laurea magistrale delle materie STEM. I dati sono stati elaborati sui laureati degli anni solari 2016, 2015 e 2014 intervistati nel 2021, 2020 e 2019 a cinque anni dal conseguimento del titolo.

Le voci riportate nella prima tabella sono le percentuali di occupazione, a 1 e 5 anni dalla laurea, le retribuzioni nette mensili e le professioni più svolte per ciascuna classe di laurea.
Le professioni riportate corrispondono alla classificazione delle professioni ISTAT.

Nella seconda tabella, potete consultare i dati circa le percentuali di uomini e donne per ogni classe di laurea e le professioni maggiormente scelte.
Una marcata disparità di genere si riscontra nelle lauree in ingegneria elettrica (85% uomini – 15% donne) e ingegneria informatica (86,1% uomini – 13,9% donne). Sostanziale parità per la facoltà di matematica (49,5% uomini, 50,5% donne).

Dati stem
Dati Alma Laurea
Dati STEM
Dati da Alma Laurea sul genere degli iscritti e professioni intraprese dai laureati
Avatar utente
Frida Bonatti
Redattrice
Dopo la laurea in Lettere, ho lavorato nel campo del restauro cinematografico per istituzioni culturali in Olanda, Svezia e Italia. Nel frattempo, ho coltivato l'interesse per la produzione di video online e podcast, che ha preso il sopravvento su quello per il cinema. Ho frequentato un corso di Content Management e Copywriting allo IED e sono entrata in Geopop, dove mi occupo della stesura di contenuti branded e editoriali. Sono una grande fan dei Beatles.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views