0 risultati
video suggerito
video suggerito
15 Giugno 2024
7:00

La strana struttura “labirintica” ritrovata a Creta è il labirinto del Minotauro? Probabilmente no

Gli archeologi greci hanno riportato alla luce sull'isola di Creta un grande edificio circolare. La planimetria complessa ha fatto scattare alcuni parallelismi col mito del Labirinto e del Minotauro. In realtà secondo gli esperti non sarebbe nemmeno un labirinto, quanto piuttosto un luogo di culto.

104 condivisioni
La strana struttura “labirintica” ritrovata a Creta è il labirinto del Minotauro? Probabilmente no
struttura labirintica creta

Nel corso dei lavori per la realizzazione di un aeroporto militare a Kastelli, nella zona centrale dell'isola di Creta in Grecia, è avvenuta una scoperta archeologica unica nel suo genere. Sulla collina di Papoura (494 metri di altezza), dove sarebbe dovuto sorgere il sistema radar dell'aeronautica greca, è emersa una struttura molto particolare, la cui forma sembra richiamare da lontano il mito del labirinto cretese.

Gli archeologi intervenuti hanno messo alla luce una grande struttura circolare, composta da ben otto anelli concentrici di pietra, per un diametro complessivo di 48 metri. Il più interno degli anelli, noto come "area A" (in contrapposizione al resto della struttura, denominato dagli archeologi "area B") è stato interpretato come un edificio circolare, dal diametro di 15 metri. Gli anelli esterni sono parzialmente legati fra loro da altri muri disposti a raggiera irregolare, formando una serie di ambienti collegati fra loro da alcuni stretti passaggi. Gli archeologi greci che si stanno occupando dello scavo (tuttora in corso) hanno definito questa planimetria quasi "labirintica".

Immagine
Il Labirinto di Cnosso su una moneta cretese del V sec. a. C. Credit: Almare

Ma è qui che in realtà si fermano le similitudini fra la struttura emersa sulla collina di Papoura e il mito del Labirinto e del Minotauro. Una datazione preliminare di questa struttura, che fino ad adesso non trova confronti diretti sull'isola di Creta, è stata proposta sulla base dei frammenti ceramici ritrovati nel corso dello scavo. La cronologia sembrerebbe vertere verso l'epoca "protopalaziale" (2000-1700 a.C.), per usare la terminologia convenzionale dell'archeologia minoica.

Al momento la funzione di questa strana struttura rimane un mistero, anche se si possono formulare delle ipotesi: all'interno degli ambienti è stata ritrovata una grande quantità di ossa animali, il che potrebbe far pensare a un luogo sacro in cui venivano praticati dei sacrifici e delle offerte per le divinità. Anche la stessa posizione dell'edificio sembrerebbe suggerire una funziona religiosa o cerimoniale, sulla cima di una collina che dominava il territorio sottostante. In ogni caso, al momento, non è possibile stabilire né la planimetria complessiva né l'altezza originaria del complesso, e bisognerà attendere la fine della campagna di scavo.

Il sito, per la sua unicità, è stato giudicato di grande interesse archeologico. Gli studiosi hanno cercato di tracciare confronti con alcune tombe a volta coeve presenti sull'isola di Creta, ma anche con strutture ritrovate sul continente, in particolare a Tirinto, nella Grecia meridionale, e in Medio Oriente. A livello di dimensioni, ad oggi non è stato ritrovato un edificio paragonabile. Visto l'interesse suscitato dal contesto della collina di Papoura, le autorità greche hanno acconsentito a spostare da un'altra parte il sito per la realizzazione del sistema radar militare.

Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views