18 Settembre 2023
13:05

Scossa di terremoto con magnitudo 4.9 vicino a Firenze, epicentro tra Toscana e Romagna

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.9 ha colpito un'area tra le città di Firenze e Forlì. Il sisma è stato avvertito sia in Toscana che in Emilia Romagna ma non si registrano danni gravi a cose e/o persone.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
561 condivisioni
Scossa di terremoto con magnitudo 4.9 vicino a Firenze, epicentro tra Toscana e Romagna
terremoto firenze 18 settembre
Credit: INGV

Oggi, lunedì 18 settembre alle ore 5:10, una scossa di terremoto con magnitudo Richter 4.9 ha colpito il comune di Marradi, in provincia di Firenze – come segnalato anche dall'INGV. Si è trattato di un sisma piuttosto superficiale, con un ipocentro a circa 8 km di profondità, e per questo motivo è stato distintamente avvertito sia nel capoluogo della Toscana che in altre città limitrofe, come ad esempio Forlì, in Emilia-Romagna. L'evento principale è stato seguito da decine di scosse – se ne contano circa 80 al momento – tutte con magnitudo inferiore a 3.0.
Fortunatamente non sono state registrate né vittime né feriti ma solamente alcuni lievi danni ad edifici – come confermato anche dal Dipartimento di Protezione Civile.

Ma cosa ha causato il sisma? Per rispondere a questa domanda dobbiamo consultare il DISS cioè il Database of Individual Seismogenic Sources – in altre parole, il catalogo nazionale che riporta i principali sistemi di faglie in Italia.

epicentro firenze terremoto

L'epicentro, indicato con un segnalino giallo, si trova in un'area con numerose linee blu/viola ravvicinate le une alle altre. Queste, semplificando, rappresentano una zona di collisione tettonica con conseguente formazione di complessi sistemi di faglie. Uno degli aspetti da considerare è che nonostante alla macroscala si tratti di un contesto compressivo, è possibile che localmente si verifichino fenomeni distensivi.

Questa complessa situazione ha dato vita a sismi violenti anche in passato, come ad esempio nel nel 1919 (magnitudo 6.4) e nel 1542 (magnitudo 6.0). Proprio per questo motivo l'area è classificata dall'INGV ad "alta pericolosità sismica".

Per approfondire, ecco un video sul perché in Italia ci sono così tanti terremoti:

Sono un geologo appassionato di scrittura e, in particolare, mi piace raccontare il funzionamento delle cose e tutte quelle storie assurde (ma vere) che accadono nel mondo ogni giorno. Credo che uno degli elementi chiave per creare un buon contenuto sia mescolare scienza e cultura “pop”: proprio per questo motivo amo guardare film, andare ai concerti e collezionare dischi in vinile.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views