17 Maggio 2023
8:50

Uno dei minerali più rari al mondo si trova in Italia: ecco l’ichnusaite sarda

L’ichnusaite è uno tra i minerali meno abbondanti sulla Terra, secondo la catalogazione di due studiosi americani, e la sua formazione deriva da una mescolanza tra torio radioattivo e molibdeno.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
4.860 condivisioni
Uno dei minerali più rari al mondo si trova in Italia: ecco l’ichnusaite sarda
ichnusaite
Credit: Cristian Biagioni

In Sardegna è stato trovato uno tra i minerali più rari del mondo: l'ichnusaite. Da un punto di vista scientifico è un "molibdato idrato di torio" e la sua formula bruta è Th(MoO4)2· 3H2O. Da uno studio condotto dalla rivista scientifica American Mineralogist l'ichnusaite è stata etichettata come uno dei minerali più rari al mondo, oltre ad essere di gran lunga più preziosa del diamante, a causa della poca quantità ritrovata.

Caratteristiche dell'ichnusaite

​Esistono pochissimi esemplari al mondo di ichnusaite e tutti sono stati trovati a partire del 2013 a Punta de su Seinargiu (Sarroch) in Sardegna. Il suo nome è un omaggio agli antichi Greci che chiamavano l’isola "Ichnussa", per via della sua forma simile all’impronta di un piede. ​Si tratta di un minerale molto fragile, trasparente, tabulare, incolore, sottile e lungo fino a 200 micron, con una lucentezza perlacea-adamantina; la densità e le proprietà ottiche non sono state misurate a causa della piccolissima quantità di materiale disponibile.

Probabilmente si tratta del prodotto di alterazione della molibdenite (un altro minerale a base di molibdeno) in un ambiente con pH basico: la molibdenite infatti potrebbe essere la fonte di molibdeno che ritroviamo nell'ichnusaite, mentre la presenza di cristalli corrosi del minerale Xenotime-(Y) potrebbe essere la fonte di torio (Forster, 2006).

Immagine
Molibdeno

La rarità dell'ichnusaite

Fino a qualche decennio fa i minerali più costosi erano i diamanti, in particolare il Golden Jubilee (545.67 carati) e la Stella d’Africa (530.20 carati). Pensate però che il valore dell’Ichnusaite, se potesse essere venduta, sarebbe nettamente maggiore!

Jesse Ausubel, della Rockefeller University afferma: "Se vuoi regalare alla fidanzata un anello davvero unico, dimentica i diamanti e regalale una ichnusaite della Sardegna":
Ausebel  insieme ai colleghi della Carnegie Institution of Washington e del Deep Carbon Observatory, su American Mineralogist, elenca gli oltre 2.500 minerali più rari al mondo, mettendo l'ichnusaite al primo posto. Ma non tutti i minerali possono essere commercializzati, così come l'ichnusaite, per via della loro fragilità: infatti, molti di essi si dissolvono a contatto con l’acqua o con un semplice raggio di sole.

La preziosità dell'ichnusaite, inoltre, è dovuta alla sua rarità, infatti la quantità totale del minerale è talmente poca da poter essere contenuta in un ditale e inoltre è stato rinvenuto esclusivamente in questa zona della Sardegna.

Immagine

L'importanza dell'ichnusaite

Il torio, elemento contenuto nell'ichnusaite, ha un'importanza singolare per i geologi: l'energia rilasciata dal suo decadimento radioattivo, così come per l'uranio, ci permette di ricavare informazioni importantissime relative alla tettonica delle placche e allo studio dell'interno della terra. Il torio poi è risultato cruciale per le misurazioni geo-cronologiche, che forniscono età assolute per la scala dei tempi geologici.

Ma non è finita qui! Lo studio dell'ichnusaite potrebbe aiutare a capire meglio il processo di formazione dei cosiddetti "molibdati attinidi", cioè minerali che si possono formare durante l'alterazione del combustibile esaurito delle centrali nucleari.

Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views