Sfondo burger-menu
30 Settembre 2022
12:24

Danzare per comunicare: il linguaggio delle api

Come comunicano le api tra loro? Sfruttano il Sole e si cimentano in complicati passi di danza a tutto ritmo.

1.652 condivisioni
Danzare per comunicare: il linguaggio delle api
ape polline

A tutti è capitato di essere accerchiati dagli insetti ad un picnic. Passa un insetto che vi vede mangiare e nel giro di pochi minuti ne arrivano altri 10. Ma nello specifico, come fanno le api a comunicare tra di loro questa e altre informazioni?
Ormai la scienza parla chiaro: la capacità di comunicare non è esclusiva della specie umana, sono moltissimi gli altri animali che riescono a condividere informazioni con i propri simili al fine di migliorare le proprie chances di sopravvivenza. Un esempio affascinante nel mondo degli insetti è quello delle api, che comunicano tramite feromoni e, cosa ancora più incredibile, tramite la danza! Approfondiamo assieme questo affascinante sistema di comunicazione basato sui movimenti del corpo, il ritmo e il Sole.

Comunicazione tra api quando il cibo è vicino

Le api, così come moltissimi insetti pronubi (o impollinatori) si nutrono di nettare dei fiori, una sostanza ricca di zuccheri e molto energetica su cui basano la sopravvivenza dell'intera comunità. I fiori non hanno in genere una vita molto lunga, ecco perché per le api la ricerca costante di nuove fonti di nettare e la tempestività è fondamentale.
Ogni qual volta un'ape operaia adulta (detta anche bottinatrice) scopre una nuova fonte di cibo nei pressi dell'alveare, deve comunicarlo al più presto alle compagne, e lo fa tramite la danza. Se ne torna tutta esaltata nella colonia e inizia una danza circolare che possiamo associare allo scodinzolare di un cane che vuole farsi seguire dal padrone.
Con questa danza circolare l'ape "scodinzola" ed eccita le compagne vicine indicando che c'è qualcosa di goloso nei paraggi. Annusando la scopritrice le altre api sentiranno l'odore dei fiori da essa visitati e cercando nei dintorni  troveranno la fonte nutritiva e inizieranno a sfruttarla il prima possibile.

danza ape cerchio
L’ape indica la presenza di risorse nelle vicinanze danzando in cerchio. Illustrazione di Nicole Pillepich

Come comunicano le api tra loro quando il cibo è lontano

Quando però la nuova fioritura viene scoperta a distanze superiori dalla colonia (comunque entro gli 1,5 km circa), la traccia odorosa dei fiori è meno efficace il che obbliga l'ape scopritrice ad essere ancora più precisa nelle sue indicazioni. Ecco quindi che l'operaia, una volta rientrata all'alveare, inizierà una danza a forma di otto molto particolare: girerà a destra e a sinistra ripetutamente, vibrando al centro della "strozzatura" dell'otto.
Per aiutare ad orientare le sorelle l'ape scopritrice orienta l'asse centrale del suo "otto" prendendo come riferimento il Sole e indicando se la fonte di cibo si trova in direzione del Sole o in quella opposta, così come l'angolo e la direzione da prendere rispetto ad esso.

danza delle api
Pattern di danza a "8" dell’ape. Vibrando e seguendo un preciso schema di movimento, l’ape comunica alle compagne la direzione da prendere rispetto al Sole. Illustrazione di Nicole Pillepich

Se l'ape si posiziona frontalmente rispetto al Sole ed esegue la danza "vibrante" con uno specifico angolo (alfa), vorrà dire che la fonte di cibo si trova in direzione del Sole, deviata approssimativamente di tot gradi rispetto ad esso. Se invece durante la danza "vibrante" l'ape mantiene il Sole alle sue spalle, vorrà dire che la fonte di cibo si trova in direzione opposta al Sole, deviata circa di tot gradi rispetto ad esso (beta).

Per far capire la distanza o la tipologia di fioritura l'ape ricorre poi alla frequenza. Maggiore sarà la frequenza di danza, più la fonte sarà ricca o vicina o comunque meno faticosa da raggiungere. Più la frequenza di danza è lenta, più l'ape sta comunicando che sì, del cibo c'è, ma è scarso o comunque faticoso da raggiungere perché molto lontano. Ecco quindi che la frequenza della danza è direttamente proporzionale all' "entusiasmo" dell'ape e quindi alla vicinanza o alla ricchezza della fonte.
Le api tramite la danza circolare e la danza ad otto comunicano anche le eventuali fonti di acqua, risorsa essenziale per la colonia.

Come avviene la comunicazione per la scelta di una nuova casa

Un altro aspetto affascinante avviene durante la sciamatura, quel fenomeno nel quale da una colonia madre se ne formano due figlie. Il gruppo uscente, che abbandona l'alveare di nascita dovrà trovare una nuova sistemazione. Appena uscito dall'alveare originario lo sciame si poserà nelle vicinanze ed aspetterà. Aspetterà che diverse api esploratrici segnalino nuove possibili dimore, dopodiché si vota. Chi dice di andare di là, chi di qua, fino a quando tutte – o almeno la maggior parte delle api – non siano d'accordo: a quel punto la nuova casa viene "democraticamente" eletta e colonizzata.

api volano

Un Nobel per la scoperta

Karl Ritter von Frisch fu un biologo austriaco che vinse il premio Nobel grazie ai suoi lavori pioneristici  sulla comunicazione degli insetti nel 1973. Il suo arduo lavoro si svolse avvalendosi di speciali arnie trasparenti e api marcate con coloranti che gli permisero di comprendere il nesso tra la scoperta di una fonte nutritiva e l'effettiva comunicazione alla colonia.

arnia

I suoi studi aprirono interessanti opportunità nel campo dell'etologia che fino a quel tempo si era occupata perlopiù dei cosiddetti animali superiori, permettendo di acquisire una maggiore consapevolezza rispetto tutti gli esseri viventi. Grazie a questo e altri esperimenti si ebbe la prova che il concetto di "piccolo" non volesse dire "più semplice" o "meno evoluto", un'idea totalmente sbagliata del mondo naturale e che trova forma nella famosa frase:

Ognuno è un genio, ma se si giudica un pesce dalla sua capacità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà l’intera vita a credersi stupido
Albert Einstein

Bibliografia
Von Frisch, Karl. The dancing bees. New York: Harcourt, Brace, 1955.

Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?