2 Dicembre 2023
10:52

L’Etna riprende a eruttare con fontane di lava e trabocchi. Capiamo cosa succede

A partire dalla mattina di venerdì 1 dicembre l'Etna ha ricominciato la propria attività eruttiva dal cratere di Sud-Est, dando vita a spettacolari fontane di lava e trabocchi. L'aeroporto di Catania al momento rimane operativo.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
797 condivisioni
L’Etna riprende a eruttare con fontane di lava e trabocchi. Capiamo cosa succede
nuova eruzione etna 1 dicembre 2023

Durante la mattinata di venerdì 1 dicembre è ripresa l'attività vulcanica dell'Etna, in corso tutt'ora (ore 10:00 di sabato 2 dicembre) e visibile anche dalle città di Catania e Taormina. Come ha segnalato l'INGV, l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l'eruzione rientra nella normale attività del vulcano e ha generato una fontana di lava dal Cratere di Sud-Est, con la possibile ricaduta di ceneri sul versante nord-orientale dell'Etna, in direzione NNE.

In cima al cratere di Sud-Est si sono verificati anche dei trabocchi e si è alzata un'alta colonna di fumo. Questo ha portato l'Istituto a emettere un bollettino di allerta aereo, il VONA (Volcano Observatory Notices for Aviation), inizialmente contraddistinto dal livello massimo, associato al colore rosso, e poi abbassato al livello arancione. In ogni caso l'eruzione non ha creato problemi alla circolazione aerea da e verso l'aeroporto di Catania, che è rimasto e rimane tutt'ora aperto e operativo.

Dal punto di vista sismico, sono stati rilevati tremori e lievi scosse, ma circoscritti all'area del cratere di Sud-Est, a una profondità di circa 2900 metri s.l.m.

L'attività dell'Etna è ripresa a novembre, producendo per ora eruzioni tanto spettacolari quanto non pericolose. L'INGV ha specificato che dal 19 novembre al 1 dicembre il vulcano ha dato vita ad oltre 250 "mini-eruzioni" di tipo stromboliano con una certa ciclicità e frequenza e molto simili tra loro. Qualcosa di simile si era già visto nella primavera del 2017 e nel 1997-1998.

Se avete voglia di approfondire, trovate qui sotto un video sul parossismo dell'Etna:

Classe ‘88, sono laureato in Scienze Geografiche e prima di Geopop ho lavorato per lo sviluppo di progetti socio-ambientali, scritto un romanzo di viaggio, insegnato Geografia, Storia e Lettere alle superiori e fatto divulgazione su YouTube e RaiGulp. Viaggiare e raccontare il mondo è la mia passione: geopolitica, luoghi, usi e costumi, storie… Da bambino adoravo Piero Angela e Indiana Jones.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views