Bolletta

A partire da oggi, venerdì 1 ottobre, scattano gli aumenti sulle forniture di gas e luce. Il rincaro della bolletta del gas del 40% non sarà relativo all'importo totale della bolletta, ma solo alla voce “spesa per la materia di gas naturale”.

La bolletta quindi non aumenterà del 40% ma tra il 15 e il 20% circa.

Esempio

Per fare chiarezza sul rincaro del gas e spiegarvi di quanto sarà l'aumento vi faccio un esempio su questa bolletta di un nostro amico, dalla quale abbiamo tolto le informazioni personali per ovvi motivi di privacy.

Nel trimestre Febbraio-Aprile 2021 ha pagato 37 euro.

Nel prossimo trimestre (ottobre-novembre-dicembre 2021), considerando i rincari previsti, la bolletta dovrebbe aumentare del 40%, come detto e ridetto nelle ultime settimane; il nostro amico quindi dovrebbe pagare circa 51,80 euro. E invece no, non è esatto. Lui pagherà circa 42-43 euro. Perché?
Perché il 40% è riferito alla voce "spesa per la materia di gas naturale", non al totale della bolletta. Quindi nel suo caso, sarà il 40% di 21,09 euro, non di 37 euro. Il 40% di 21 è circa 8,40 euro.

37+ 8,40= 45,40 euro.

Fermi, non è finita. Dobbiamo sottrarre qualcosina perché per il trimestre ottobre-novembre-dicembre 2021 gli oneri saranno azzerati per 35 milioni di clienti domestici e microimprese (lo dice l’ARERA); inoltre l’IVA, a quanto pare, dovrebbe essere ridotta al 5%. Andiamo quindi intorno ai 42-43 euro.
Quindi alla fine, se beneficeremo di questo supporto statale, dovremmo pagare a occhio e croce tra il 15 e il 20% in più rispetto alle ultime bollette. Non il 40%.

Articolo a cura di
Andrea Moccia