8 Febbraio 2024
16:00

Perché quando facciamo la doccia la tenda ci si appiccica addosso? E come evitarlo?

Quando facciamo la doccia la tenda ci si appiccica addosso. Sembra una cosa banale, ma la fisica non ha ancora una spiegazione conclusiva a riguardo.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
415 condivisioni
Perché quando facciamo la doccia la tenda ci si appiccica addosso? E come evitarlo?
tenda doccia

È capitato a tutti almeno una volta nella vita: entriamo nella doccia, chiudiamo la tendina, facciamo scorrere l'acqua e… la tendina si muove verso l'interno della doccia e ci rimane appiccicata addosso! Sembra una questione banale, ma la fisica dietro a questo fenomeno è più complicata di quel che si immagina, tanto che non esiste ancora una spiegazione scientifica condivisa da tutti.

La spiegazione classica suona più o meno così: l'acqua calda che facciamo scorrere alza la temperatura all'interno della doccia; poiché l'aria calda è anche meno densa, la pressione dell'aria dentro la doccia è leggermente più bassa di quella al di fuori. La differenza di pressione genera quindi un movimento d'aria che dall'esterno “spinge” verso l'interno, facendoci appiccicare addosso la tendina!

Questa spiegazione è senz'altro accurata in molti casi, ma c'è un problema: lo stesso fastidioso effetto si può verificare anche quando facciamo una doccia fredda! Qual è la spiegazione allora?

La verità è che non lo sappiamo per certo. Le spiegazioni corrette possono essere anche più d'una. Ci sono svariate teorie che fanno uso di concetti fisici piuttosto complessi, ma una di queste è particolarmente interessante. A scoprirla è stato David Schmidt, professore della University of Massachusetts, che ha addirittura vinto il premio Ig Nobel (un'onorificenza satirica che premia gli autori di ricerche su tematiche apparentemente “inutili”) del 2001 per la Fisica per una possibile spiegazione parziale del famigerato “effetto tenda della doccia”.

Schmidt ha usato simulazioni idrodinamiche al computer dell'acqua in caduta da una doccia, scoprendo che attorno al flusso d'acqua viene a crearsi un debolissimo vortice al centro del quale, proprio come un minuscolo uragano, la pressione è più bassa. Ecco quindi che si crea una forza che spinge la tendina verso il flusso d'acqua… cioè verso di noi!

Poiché questa forza è molto debole, se vogliamo evitare questo effetto una soluzione è molto semplice: sostituire la nostra tendina con una più pesante! Un'altra, altrettanto semplice, è usare magneti impermeabili. Basta applicarli al bordo della tendina o sul piatto doccia, e il gioco è fatto!

Avatar utente
Filippo Bonaventura
Content editor coordinator
Laureato in Astrofisica all’Università di Trieste e ha conseguito un Master in Comunicazione della Scienza presso la SISSA di Trieste. È stato coordinatore della rivista di astronomia «Le Stelle», fondata da Margherita Hack. Insieme a Lorenzo Colombo e Matteo Miluzio gestisce il progetto di divulgazione astronomica «Chi ha paura del buio?». Vive e lavora a Milano.
Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views