23 Settembre 2023
12:00

Cos’è la gentrificazione, quando interi quartieri si modernizzano e “cambiano” cittadini

Questo processo che trasforma alcune zone della città determinando un generale aumento della qualità e del costo della vita. Scopriamo questo fenomeno dalle pesanti ripercussioni sociali sulle comunità locali.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Geopop
A cura di Andrea Raboni
Ti piace questo contenuto?
Cos’è la gentrificazione, quando interi quartieri si modernizzano e “cambiano” cittadini
gentrification spiegazione

La gentrificazione è un concetto sociologico che indica un processo di trasformazione, fisica e socioculturale, dei quartieri di una grande città che porta a un graduale cambio della cittadinanza che può permettersi di viverci (tipicamente da proletaria a borghese).

Le città di tutto il mondo si evolvono e si espandono, in certi casi dando vita a vere e proprie megalopoli. Nuovi territori vengono urbanizzati di continuo e i vecchi vengono modernizzati o riqualificati per essere destinati ad altri scopi. Ecco che nasce il fenomeno della gentrificazione. Ma che cosa si intende di preciso con questo termine? E perché spesso e volentieri viene definito come un processo “a due facce”?

Il processo di gentrificazione

A partire dalla seconda metà del Novecento i quartieri centrali o semicentrali delle grandi metropoli del Pianeta vivono sempre più di frequente il fenomeno della gentrification. Come già accennato in precedenza, con questo termine facciamo riferimento a una trasformazione urbana caratterizzata da una precisa condizione. La gentrification avviene infatti quando una determinata area cittadina, inizialmente abitata e “vissuta” da classi popolari, si trasforma in una zona più esclusiva che viene progressivamente popolata dalle classi sociali più elevate. Ovviamente non si tratta di un fenomeno “automatico” ma è frutto di un ben preciso progetto di rinnovamento messo in moto per differenti ragioni.

In altre parole, la gentrificazione è un processo in cui si verificano di pari passo un rinnovamento materiale, per esempio la realizzazione di nuovi servizi e la riqualificazione di vecchi edifici, e un rinnovamento sociale, determinato dal progressivo innalzamento del livello della vita e dalla sostituzione della popolazione originale con una più benestante.

gentrification

L’origine del termine

Gentrification è un termine coniato negli anni Sessanta dall’urbanista e sociologa britannica Ruth Glass: la parola gentry si riferisce infatti alla piccola nobiltà inglese e, successivamente, all’alta borghesia. Insomma alle classi sociali anglosassoni più abbienti, anche se, in realtà, il fenomeno di cui trattiamo noi interessa per lo più le fasce medio-alte della società.

La Glass usò per la prima volta questo vocabolo per descrivere la gentrification, le sue cause e le sue conseguenze nei quartieri operai di Londra. Tra i casi più celebri, possiamo citare quello del quartiere di Notting Hill, caratterizzato a inizio Ottocento dalla presenza di allevamenti di maiali, cave d’argilla, fornaci e laboratori per la realizzazione di mattoni e altri oggetti in terracotta di bassa qualità. Un secolo più tardi, nonostante i tentavi dei proprietari terrieri locali di dare un nuovo slancio al quartiere, Notting Hill continuò a mantenere viva la propria identità popolare, tanto da diventare meta di consistenti flussi di immigrati afroamericani e caraibici che diedero vita a una comunità eterogenea e multietnica. Oggi, invece, Notting Hill è una prestigiosa area residenziale, meta di turismo internazionale e caratterizzata da una vivace dimensione culturale, che attira autorevoli visitatori e personaggi di spicco del mondo dell’arte e dello spettacolo.

gentrification notting hill

Le cause della gentrificazione

Diversi fattori mettono in moto il fenomeno della gentrification. Tra i principali ritroviamo sicuramente i progetti di pianificazione urbana. L’interesse dell’amministrazione cittadina nel rinnovare e riqualificare un quartiere comporta lo sviluppo di nuovi servizi, aree verdi e il miglioramento degli edifici, con un conseguente innalzamento del valore immobiliare della zona.

Altre motivazioni sono da ricercare nella conservazione del patrimonio storico e artistico, il cui mantenimento richiede ingenti fondi e accurate politiche di tutela del tessuto urbano, a cui si associa la presenza di enti e associazioni e consistenti flussi turistici, che aumentano il prestigio dell’area.

Altre volte la gentrificazione è pianificata da imprenditori e privati che vedono nelle particolari caratteristiche di un quartiere l'occasione per lo sviluppo di un progetto specifico, per esempio aree commerciali, centri culturali e distretti creativi, che attira inevitabilmente l’attenzione di altri imprenditori e altre attività (ristoranti, locali, pub, alberghi…).

cause gentrification

Pro e contro della gentrificazione

Il processo di gentrification ha sicuramente dei risvolti positivi. Primo fra tutti il rinnovamento urbano determinato dallo sviluppo di servizi (come nuovi tragitti per i mezzi pubblici), dalla realizzazione di aree verdi e dalla costruzione di nuovi edifici, spesso secondo un’architettura all’avanguardia sempre più attenta alle tematiche della sostenibilità e improntata a una realtà più smart.

Al rinnovamento urbano si aggiungono importanti benefici dal punto di vista economico determinati dallo sviluppo dei servizi e delle nuove imprese che a loro volta chiamano altri investimenti, permettendo così di far crescere l’economia locale, e non solo, e generando nuovi posti di lavoro. Importanti operazioni di riqualificazione consentono anche di instaurare partnership tra imprese ed enti, anche a livello internazionale, in un generale scenario di crescita urbana e sviluppo sociale e culturale condiviso.

gentrification pro e contro

Tuttavia questo grande processo mette in moto anche una serie di conseguenze negative per la popolazione, la gentrification può infatti accentuare le disuguaglianze sociali e la segregazione. L’aumento del livello di vita in una determinata zona comporta un aumento generale degli affitti, dei prezzi delle case e, in alcuni casi, anche dei servizi. Le fasce di popolazione a basso reddito sono quindi costrette a spostarsi verso altre zone della città più accessibili dal punto di vista economico. La trasformazione di un quartiere può anche determinare la perdita dell’identità locale e intaccare quindi la diversità culturale, un tesoro oggi sempre più prezioso soprattutto nelle grandi città globali.

La gentrification ha quindi sia rivolti positivi sia negativi e per questo è importante pianificare i processi di sviluppo urbano con estrema attenzione, per esempio coinvolgendo sempre le comunità locali nei processi decisionali, preservando il patrimonio culturale, non solo quello di “alto livello”, e mettendo in pratica politiche di sviluppo equo, accessibile e sostenibile sia dal punto di vista ambientale ma, soprattutto, dal punto di vista sociale.

Sfondo autopromo
Cosa stai cercando?
api url views